Abandoned: se vi dicessi che il countdown di ieri fosse un falso?

Abandoned

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Non c’è pace. Sono serio lettori, non c’è pace. Ieri, io stesso, ho pubblicato la notizia Il Countdown di Abandoned cela un segreto, dove ho riportato il rinvio del reveal dell’applicazione, destinata a PlayStation 5, e di un messaggio in codice morse — con relativa traduzione.

Ebbene, il video ed il codice morse, così come ogni altro video presente nel canale Abandonedthegame sono… Falsi. Si, non avete un problema alla vista. Ogni congettura fatta sul significato di quel codice, non ha nulla a che vedere col gioco di Blue Box Game Studios. Difficile credere ad una coincidenza, quella della comunicazione di Hasan arrivata proprio nell’istante in cui il countdown è terminato. Eppure, per quello che ne possiamo sapere, sembrerebbe proprio di si.

La mancanza più totale d’informazioni, la scarsa comunicazione del team, l’avere un portale ancora in “work in progress”, con tanto di sezioni irraggiungibili senza un link diretto (link a quella che dovrebbe essere la pagina del gioco Abandoned ed il comunicato sui rumors riguardanti Hideo Kojima), non fanno altro che alimentare questa macchina della confusione.

Per una questione di rispetto, nei vostri confronti, personalmente parlando, non riporterò nessun’altra notizia in merito ad Abandoned e Blue Box Game Studios, salvo comunicazioni ufficiali provenienti dai loro canali social o — sempre se lo attiveranno — dal loro portale web.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.