Cyberpunk 2077 Night City Wire: trailer doppiato in italiano, gang e molto altro nel primo episodio

cyberpunk 2077 wallpaper logo

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Oggi c’è stato il primo di una serie di eventi riguardanti il tanto atteso Cyberpunk 2077 di CD Projekt Red, presentato da Hollie Bennett (Head of Communication di CD Projekt Red) e commentato insieme a Pawel Sascco (Lead Quest Designer di Cyberpunk 2077) e Patrick Mills (Senior Quest Designer di Cyberpunk 2077).
Scopriamo insieme cosa è stato mostrato e detto!

L’esplosivo trailer intitolato “Il Lavoro”

Il trailer mostra V – il protagonista – in diverse location e situazioni che ci ritroveremo a vivere a Night City: tra inseguimenti, locali a luci rosse e situazioni esplosive.

Tra i doppiatori già confermati, come Luca Ward e Federico Viola, figura anche Alessandro Rossi (Liam Neeson e Arnold Schwarzenegger).

Pawel ha fatto presente fin da subito che, quanto mostrato non è altro che il prologo, le primissime missioni.

Mondo di gioco

Nel descrivere quanto mostrato, Pawel accenna alla grande e varia Night City, coi suoi Sei distretti tutti unici e circondata da un Settimo distretto denominato “Badlands”. Quest’ultimo è una distesa desertica, che circonda tutta Night City. Anche qui si avrà l’opportunità di esplorare il distretto a bordo di un’auto o in sella ad una moto. In Badlands si potranno incontrare i Nomadi, che si muoveranno con dei convogli utilizzando diversi mezzi di trasporto.

cyberpunk 2077 screenshot wallpaper

La Missione

Dopo aver parlato brevemente di Night City, l’attenzione si è spostata su una missione (accennata anche nel Cinematic Trailer del E3 2019), alla ricerca di un chip dell’immortalità, e a Jackie, amico di V – il protagonista.

Jackie presenterà V a Dexter DeShawn, a detta di Pawel, un personaggio estremamente importante nell’universo di Cyberpunk, in grado di recuperare armi e contratti per guadagnare denaro.

Le gang: Mox

Elizabeth Borden – conosciuta come Lizzie – era un’ex-prostituta e proprietaria di un bordello, proteggeva anche le prostitute (di ogni sesso e genere) dopo la sua morte nel 2076, si è formata la gang delle Mox che si pongono il medesimo obiettivo.
Durante le varie sessioni, sarà possibile interagire con la gang incontrando vari NPC, plasmando delle relazioni con essi.

cyberpunk 2077 graffiti gang wallpaper
Graffiti delle varie gang che popolano la città di Night City in Cyberpunk 2077

Adam Smasher

È un essere metallico, proveniente dal gioco cartaceo Cyberpunk 2020 (del 1988), ideato da Mike Pondsmith. Adam Smasher è un cyborg totalmente convertito, fedele all’Arasaka. All’interno di Night City si è ritagliato un suo spazio.

cyberpunk 2077 screenshot
Screenshot tratto dall’evento Cyberpunk 2077 – Night City Wire: Episodio 1

Per ulteriori informazioni, non ci resta che attendere l’uscita del gioco.

Il bisturi Viktor Vektor

Visto in altri trailer, il Dr. Vektor è un bisturi, ovvero un chirurgo.
All’interno di Cyberpunk 2077, questi personaggi ricoprono un ruolo estremamente importante, per fare degli esempi, i bisturi possono sostituire arti con modelli meccanici e applicare potenziamenti.

Compatibilità ed upgrade per Xbox Series X e PlayStation 5

Non è di certo una novità che acquistando Cyberpunk 2077 per Xbox One, si avrà la possibilità di giocarlo su Xbox Series X, recentemente è stato confermato che anche l’utenza PlayStation 4 avrà la medesima possibilità con PlayStation 5. Oltre alla compatibilità con la prossima generazione, è stato annunciato che verrà rilasciato un aggiornamento gratuito per esse.

L’anime Cyberpunk: Edgerunners

CD Projekt Red collaborerà con Studio Trigger (Kill la Kill e Little Witch Academia) e Netflix nella realizzazione di un anime composto da 10 episodi, con una storia totalmente indipendente.
La data prevista? 2022.

cyperpunk edgerunners wallpaper logo

A dirigere la serie ci sarà Hiroyuki Imaishi (Gurren Lagann, Kill la Kill, Promare), assieme all’assistente regia Masahiko Otsuka (Gurren Lagann, Promare), il direttore creativo Hiromi Wakabayashi (Kill la Kill), i character designer Yoh Yoshinari (Little Witch Academia, BNA: Brand New Animal) e Yuto Kaneko (Little Witch Academia), e la sceneggiatura adattata da Yoshiki Usa (SSSS.GRIDMAN, Promare) e Masahiko Otsuka (Gurren Lagann, Kill la Kill, Promare). La colonna sonora sarà composta da Akira Yamaoka (Silent Hill).

Di seguito alcune dichiarazioni da parte di CD Projekt Red e Studio Trigger

Adam Badowski, Game Director di Cyberpunk 2077 e Head of Studio di CD Projekt Red:

Siamo felici di annunciare finalmente che siamo al lavoro su un anime ambientato nell’universo di Cyberpunk.

Abbiamo divorato qualsiasi opera a tema cyberpunk ci sia da guardare, leggere e giocare; è un genere che lascia moltissimo spazio alla creatività, e ha avuto una fortissima influenza su di noi. Cyberpunk: Edgerunners è la nostra dichiarazione d’amore al cyberpunk come genere e alle storie animate

Adam Badowski

Masahiko Otsuka CEO di Studio Trigger:

In Trigger siamo entusiasti di lavorare con CD Projekt Red per creare una nuova storia indipendente ambientata nel mondo di Cyberpunk 2077. Adattare questo universo in un anime è una sfida enorme, ma siamo molto motivati

Masahiko Otsuka

Infine le parole del regista Hiroyuki Imaishi:

Ho sempre amato il genere cyberpunk, ma ho sempre trovato molto difficile lavorare su un contenuto originale da zero. Questo è il motivo per cui sono felice di lavorare con CD PROJEKT RED  su questo progetto. Non sarà semplice soddisfare i fan degli anime e del gioco, ma amo le sfide, e non vedo l’ora di produrlo. Faremo del nostro meglio per soddisfare e superare le aspettative.

Hiroyuki Imaishi
Cyberpunk: Edgerunners – trailer dell’anime tratto da Cyberpunk 2077

La Braindance

Una maggior attenzione all’interno di questo appuntamento, è stata riposta nel parlare della braindance: si tratta di una meccanica che permettere di rivivere determinate scene, con la possibilità di poter interagire con oggetti, superfici ed odori, potremmo dire che sia estremamente similare alla meccanica investigativa dei Batman: Arkham di Rocksteady Studios.

Nel mondo di gioco

Dopo la piccola ma esplicativa demo, interviene Patrick Mills a far chiarezza sul come, quando e perché sia nata la tecnologia dietro alla braindance.
Nata nei primi anni del 2000 dall’Università della California per registrare le varie esperienze vissute, inizialmente veniva utilizzata per le terapie e la riabilitazione dei prigionieri. Successivamente nel 2077, tutto è cambiato, la braindance è divenuta una grossa industria ed ora utilizza la propria tecnlogia anche per intrattenere le masse, grazie alle industrie come quella cinematografica e videoludica.

In tutto ciò, vi è anche un risvolto negativo: le XBD.
Queste braindance sono illegali e quella mostrata nel video, dove viene ritratta la morte dell’individuo, è chiamata Flatliner.

Nel videogioco

Come potrete vedere nel video sottostante, all’interno della braindance ci si potrà muovere liberamente all’interno di uno spazio, mandare avanti o indietro variando anche la velocità della scena che si sta vivendo. In questa modalità, si potranno scansionare vari oggetti e persone, sarà possibile interagire anche con varie fonti sonore e visive per poter apprendere più informazioni di una determinata scena.

La Braindance in azione nel Cyberpunk 2077 – Night City Wire: Episodio 1

Nel descrivere come la braindance sia stata creata come meccanica di gioco all’interno di Cyberpunk 2077, torna Pawel Sasco che descrive quanto mostrato nella demo.

I due quest designer confermano che la braindance non sarà un oggetto collezionabile e non sarà un evento che verrà ripetuto, verrà utilizzata per sbirciare nella vita degli abitanti di Night City, scoprendo i traumi, credo religioso e ideologie.

Le battute finali

Siamo agli sgoccioli e Hollie Bennett chiede ai due quest designer quali aspetti preferiscano di Cyberpunk 2077.

Patrick dichiara di preferire i personaggi e il modo in cui essi interagiscono col mondo di gioco. Affermando che durante la loro creazione non si soffermano al solo scopo che andranno a ricoprire, ma vanno a creare anche un vero e proprio backgroud, una “storia” per così dire.

L’aspetto preferito di Pawel sono… Le missioni. Nel parlarne ha confermato la totale assenza di missioni riempitive e che si sono sforzati per rendere il tutto interessante e gratificante.


Questo è praticamente tutto ciò che c’era da dire sul primo episodio di Night City Wire. CD Projekt Red ha tanta carne al fuoco e stando al sito ufficiale sono previsti altri due appuntamenti di questo tipo!

Cyberpunk 2077 Night City Wire: trailer doppiato in italiano, gang e molto altro nel primo episodio 1

Cyberpunk 2077 è previsto per il 19 Novembre su PlayStation 4, Xbox One, Steam, GoG e Epic Games Store.

Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.