Bloober Team di The Medium spiegano come sfrutteranno l’hardware di Xbox Series X per la gestione delle due realtà

the medium

A cura di Giuseppe Zetta

The Medium consente di muoverti contemporaneamente tra il mondo reale e il mondo degli spiriti.

La meccanica principale del titolo horror di Bloober Team permette ai giocatori di vivere due versioni dello stesso mondo, nello stesso momento.

Bloober Team di The Medium spiegano come sfrutteranno l'hardware di Xbox Series X per la gestione delle due realtà 1

Bloober Team in un video pubblicato sul proprio canale YouTube, ha spiegato come la potenza e le caratteristiche tecniche di Xbox Series X / S consentano essenzialmente di eseguire il rendering in tempo reale di due versioni del mondo, ad eccezione di ciò non è stato fatto nessuno spoiler sul gameplay effettivo, sulla trama e quali differenze sostanziali ci siano tra i due mondi.

Bloober Team di The Medium spiegano come sfrutteranno l'hardware di Xbox Series X per la gestione delle due realtà 2

Per cominciare lo sviluppatore ha sottolineato che, sebbene alcuni momenti permetteranno ai giocatori di vivere entrambe le realtà contemporaneamente, circa due terzi del gioco si concentreranno nella realtà e non nel mondo degli spiriti.

I poteri della protagonista funzionano in un mondo e le azioni compiute dai giocatori si rifletteranno nell’altro. Ciò apre a sua volta percorsi precedentemente inaccessibili, rivelando anche maggiori dettagli della storia.

Anche le dimensioni delle finestre variano di momento in momento, in base a ciò che avviene su schermo.

Bloober Team di The Medium spiegano come sfrutteranno l'hardware di Xbox Series X per la gestione delle due realtà 3

Il video sopracitato di Bloober Team di The Medium


The Medium arriverà su PC e Xbox Series X|S il 10 dicembre.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Di Giuseppe Zetta

Il mio pseudonimo è Giuseppe Zetta aka Zell Ho la passione per l’informatica, nata all’età di 6 anni, quando ho avuto a che fare per la prima volta con un Commodore64, appassionato di Intelligenza Artificiale, Sviluppo di Videogiochi e Tecnologie OpenSource. Porto avanti progetti informatici personali con i miei amici di vecchia data, ed ho svariate passioni che variano dall’arte del DJ al video editing passando fino alla produzione musicale.