This is Zodiac Speaking: Una demo Pericolosa

This is Zodiac Speaking

Introduzione a This is Zodiac Speaking

Quante volte nella storia è capitato di sentir parlare di Killer psicopatici che hanno compiuto atroci delitti e di cui non si è mai scoperta la loro identità? Si potrebbe dire che per noi Europei tale figura può essere rappresentata perfettamente da Jack lo Squartatore, assassino Londinese del ottocento che terrorizzò la Londra vittoriana. Oltreoceano, nella patria di uomini e topi, c’è una particolare figura contemporanea che ancora oggi terrorizza e affascina gli americani, il Killer dello Zodiaco o semplicemente chiamato Zodiac (di cui  è stato fatto anche un film da David Fincher che vi consiglio di vedere).

Chi si nasconde dietro il boia?

This is Zodiac Speaking
This is Zodiac Speaking

Il protagonista è Robert Hartnell,  giornalista di San Francisco (città in cui si sono svolti  realmente i delitti) contattato dallo stesso Killer per motivi  ignoti. Robert decide d’incontrarlo (cosa non si fa per un pulitzer) per avere l’occasione di scoprire quale sia l’identità dell’uomo più pericoloso e ricercato d’America di fine anni 60.

This is Zodiac Speaking
This is Zodiac Speaking

L’incontro con l’assassino rivelerà un legame tra i due che manderà in confusione il giornalista, spingendolo a cercare la verità. Per ora possiamo dirvi solo questo della trama, a causa di una scarsa longevità che non ci ha permesso di approfondirla al meglio.

Nascondino della morte

Come vi abbiamo detto, sulla trama non si ci può sbilanciare più di tanto. Nella demo abbiamo potuto avere un assaggio del gameplay di questo Thriller investigativo.

Essendo Robert un giornalista, il nostro compito consisterà nel cercare di scoprire chi si nasconda dietro i misfatti di San Francisco. La sezione della demo, ambientata nel sesto capitolo,  ci ha messo davanti a una chiacchierata con uno psicologo in cui poter dare delle determinate risposte che, a quanto abbiamo capito, hanno una certa influenza sullo svolgimento degli eventi portandoci verso uno dei tanti finali possibili.

Al termine dei dialoghi verremo portati verso una specie di ricordo in cui dovremmo nasconderci  da Zodiac, perché braccati da esso, mentre cercheremo degli indizi, come ad esempio il luogo dove il killer si è sbarazzato di determinate prove o capire dove si sia nascosto per non essere scoperto dalla polizia.

This is Zodiac Speaking

Raccolti tutti gli indizi, bisognerà metterli in ordine cronologico per arrivare alla soluzione finale, per comprendere come si siano svolti gli eventi che hanno portato alla fuga di Zodiac.


Da questo piccolo spezzone che abbiamo riportato potrà sembrare molto poco, ma stiamo parlando di una demo. Per un’analisi completa bisogna attendere l’uscita del gioco completo.
Nella pagina di Steam (se siamo riusciti ad incuriosirvi, qui potrete scaricare la demo) gli sviluppatori hanno dichiarato che vi saranno anche altre cose che potrebbero arricchire il gioco.

L’unico cosa che ci resta da fare è aspettare l’uscita di This is Zodiac Speaking per vedere se il loro progetto manterrà gli obiettivi che i creatori si sono prefissati.


La demo si prospetta molto promettente e abbastanza disturbante: This is Zodiac Speaking gioco ancora in sviluppo dallo studio  Punch Punk Games, è in dirittura di arrivo il 24 di settembre per PC, PS4, Xbox e Switch.

PER ALTRE ANTEPRIME
Per rimanere informati seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Telegram!

Nonno Boomer videogioca fin da quando un inventore pazzo in pieno medioevo( finito poi sul rogo sotto l'inquisizione spagnola ), gli vendette la prima console meccanica ad acqua. Il buon vecchio Nonno sta su console e PC da che ne ha memoria ( il che dato la sua età è tutto dire ). Ma nonostante le pennichelle pomeridiane , il continuo lamentarsi dei giovani e dire che si stava meglio quando si stava peggio , non e mai restio alle novità . Tanto che , per non rimanere indietro con le nuove generazioni , ha deciso di adottare, come nome , Boomer quando lo ha sentito uscire dalla bocca di da una gang di neonati dopo che gli avevano fregato la dentiera offrendogli ( per finta ovvio ) delle caramelle alla bacca di ginepro.