PS Plus Luglio 2021: Rivelati i tre nuovi giochi gratuiti

PS Plus Luglio 2021: Rivelati i tre nuovi giochi gratuiti 1

A cura di Davide Vitanza

Condividi

Sono da poco stati annunciati i nuovi giochi gratuiti del PS Plus. Grazie a un tweet pubblicato sull’account ufficiale, i nuovi titoli sono A Plague Tale: Innocence per PS5, Call of Duty: Black Ops 4 e WWE 2K Battlegrounds.

PS Plus luglio 2021 – A Plague Tale: Innocence

Sviluppato da Asobo Studio e pubblicato da Focus Home Interactive, A Plague Tale: Innocence è un gioco d’avventura fortemente basato sulla trama ambientato durante la guerra dei cent’anni in Francia, quando si diffuse la peste nera. Protagonista della storia è Amicia de Rune che deve cercare di sopravvivere alla pandemia e che deve trovare una cura per suo fratello, il quale viaggerà insieme a lei. Oltre all’Inquisizione, anche i ratti portatori di peste rappresentano i principali nemici del gioco, ma questi potranno essere allontanati grazie al fuoco. A Plague Tale: Innocence è uscito originariamente il 14 maggio 2019 per PS4, Xbox One e PC, mentre a partire dal 6 luglio 2021 sarà disponibile in versione 4K UHD anche su Switch (in cloud),Xbox Series X|S e PS5, quest’ultima la versione inclusa nel catalogo.

PS Plus luglio 2021 – Call of Duty: Black Ops 4

Pubblicato da Activision, Call of Duty: Black Ops 4 è il quarto capitolo della saga, nonché il quindicesimo della serie intera. Il gioco è un FPS classico privo di modalità storia e completamente incentrato sul multiplayer, in cui i giocatori potranno partecipare a diverse modalità, tra cui deathmatch, Zombie e battle royale. Nel gioco è inoltre presente una modalità competitiva, definita Lega, nella quale i giocatori potranno essere associati a un grado in base alle statistiche e risultati nelle partite. Call of Duty: Black Ops 4 è uscito originariamente il 12 ottobre 2018 per PS4, Xbox One e PC.

PS Plus luglio 2021 – WWE 2K Battlegrounds

Sviluppato da Saber Interactive e pubblicato da 2K Games, WWE 2K Battlegrounds è un “simulatore” di wrestling in stile cartoon con licenza WWE in cui è possibile scontrarsi con numerose icone del wrestling. Attraverso la modalità storia sarà possibile sbloccare nuovi personaggi da utilizzare, ognuno con delle abilità uniche e tecniche speciali, e nuovi stage in cui combattere. È presente anche una modalità online per sfidare anche altri giocatori nel mondo, oltre a una modalità torneo per mettere in mostra le proprie abilità. WWE 2K Battlegrounds è uscito originariamente il 18 settembre 2020 per PS4, Xbox One, Switch, PC e Stadia.


PS Plus luglio 2021 – Conclusioni

Il PS Plus continua a regalare giochi molto belli e per tutti i gusti. Da un lato vi è A Plague Tale: Innocence, un gioco basato molto sulla trama che racconta un fatto storico realmente accaduto, ossia la peste del XIV secolo, anche se sono presenti diversi elementi fantastici. Dall’altro lato vi è Call of Duty: Black Ops 4, sicuramente non il miglior capitolo della saga, ma comunque apprezzato dalla community. Il gioco forse meno bello della raccolta di questo mese è WWE 2K Battlegrounds, ovviamente godibile e divertente se si è fan della serie o del wrestling in generale, ma comunque rimane un titolo più di nicchia.

A Plague Tale: Innocence, Call of Duty: Black Ops 4 e WWE 2K Battlegrounds saranno disponibili gratuitamente per tutti i possessori del PS Plus a partire da martedì 6 luglio e rimarranno tali fino a lunedì 2 agosto. Di conseguenza, Operation: Tango e Star Wars: Squadrons rimarranno disponibili fino a lunedì 5 luglio, mentre Virtua Fighter 5: Ultimate Showdown rimarrà gratuito insieme ai nuovi titoli, quindi fino al 2 agosto.

PS Plus

Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi

Di Davide Vitanza

Appassionato dai videogiochi sin da piccolo, sono cresciuto con Zelda e Pokemon, passando da Resident Evil a Medievil a Prince of Persia. Il DS è la console che mi ha segnato drasticamente, facendomi amare sempre di più i videogiochi. Oggi gioco la qualunque, dai Tripla A agli Indie, e apprezzo il gioco non solo in quanto fonte di divertimento ma anche in quanto forma d’arte, perché alla fine è questo che oggigiorno rappresenta.