Metal Gear Solid: Shadow Moses incontra il Ray tracing

Metal Gear Solid
Condividi

Quel Metal Gear Solid, vera pietra miliare del panorama videoludico, di Hideo Kojima, è un videogioco rimasto nella mente di tutti, per il suo gameplay caratteristico fino a quella trama un “poco” eccentrica e sopra le righe – ricordiamo tutti Ocelot, che assieme a quel doppiaggio italiano, donava al tutto una certa aurea di puro trash, vero?.
Quel primo Solid, venne rilasciato nel lontano 1997 per la prima PlayStation e comincia ad avvertire pesantemente il peso degli anni, nonostante l’esistenza di quel innominabile remake uscito per GameCube.

Ebbene i Gioco con lo Scemo hanno tirato fuori un video decisamente interessante, dove il buon architetto Jake, ci mostra Shadow Moses in tutto il suo splendore mediante l’ausilio di un comparto tecnico all’altezza dei tempi che corrono, affiancato dal Ray tracing. Mostrando come la definizione grafica aiuti, ma fino ad un certo punto, visto che molto viene anche dalle luci ed ombre qualora venga svolto un lavoro certosino.

E mentre ci si domanda come potrebbe essere l’intero Metal Gear Solid, con Unreal Engine 5 – dato che Konami ha “recentemente” convertito il proprio eFootball, ex Pro Evolution Soccer, ad UE – non ci resta da far altro che ammirare con occhi sognanti questi progetti.

METAL GEAR SOLID – Raytracing


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Se volete supportarci, effettuate acquisti tramite i nostri link oppure donate una cifra irrisoria cliccando su quel tenerissimo maialino che vedete in cima a destra nell’articolo!

Condividi
Leggi Anche:   I costumi classici di Resident evil 3 Remake in vedita sugli store digitali molto presto
Attiva le notifiche per rimanere sempre aggiornato    OK No thanks