The Elder Scrolls Online in italiano? Sì, ma non completamente, per ora

The Elder Scrolls Online

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Se dopo aver giocato ore su ore a The Elder Scrolls V: Skyrim avete sognato, agognato e desiderato, di poter condividere le vostre avventure assieme ad un vostro amico, di certo avrete fatto un pensierino a The Elder Scrolls Online, l’MMO di casa Zenimax e pubblicato da Bethesda. Il fatto è questo: a differenza di Skyrim, TESO non è stato localizzato in italiano.

Se la localizzazione può essere uno scoglio, perché magari non avete una sufficiente conoscenza della lingua inglese oppure vorreste solo giocare in totale relax senza dover tradurre nulla, in vostro soccorso c’è un gruppo di cinque coraggiose persone che si stanno adoperando nella traduzione italiana.

Allo stato attuale, il progetto di The Italian Scrolls Online (partito nel 2020) conta la totale traduzione dell’interfaccia e del 60% del gioco, con ben 850.000 righe di testo.
Il team non si occupa soltanto di tradurre il videogioco, ma anche di alcuni addon dedicati!

La traduzione italiana è disponibile esclusivamente per i giocatori PC, che oltretutto possono approfittare delle offerte su Steam per portarsi a casa il videogioco a soli 5,99€.

Per ogni altra informazione sul progetto, vi rimando al link del sito.
Mentre qui sotto, potrete trovare un loro post di Facebook, contente i relativi link per supportarli, aiutarli nel riferire quali missioni possono tradurre non essendoci un ordine prestabilito e non solo!

Welcome to The Elder Scrolls Online


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Se volete supportarci, effettuate acquisti tramite i nostri link oppure donate una cifra irrisoria cliccando su quel tenerissimo maialino che vedete in cima a destra nell’articolo!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.