Microsoft potrebbe frapporsi tra Steam e Epic Games

Microsoft

Partendo dalle varie acquisizioni di studi e compagnie, la nascita del Xbox Game Pass, e la trasformazione di “Xbox” da console a divisione gaming che comprende anche l’utenza PC, Phil Spencer e Microsoft stanno, inopinabilmente, facendo un egregio lavoro col marchio Xbox. C’è un solo aspetto fino ad oggi che, nella strategia marketing di Microsoft, non sta funzionando al meglio e riguarda proprio l’utenza PC.

Un piccolo esempio? Nonostante io — giocatore PC — apprezzi moltissimo il servizio Xbox Game Pass, c’è da dire che il catalogo presente su PC non è proprio all’altezza di quello console — meglio non far sapere al boss di tutta la baracca che ho ammesso ciò, perché nelle chat con lo staff ho sempre portato alto lo stendardo del servizio su PC! —, anche se grazie alla collaborazione con EA Play la situazione si è un “pochino” riequilibrata.

E qui arriviamo a quello che potrebbe essere il punto di svolta…

Gli sviluppatori che decideranno di sviluppare un videogioco per lo store Microsoft di Windows 10, si assicureranno dei ricavi pari all’88%

Mentre Steam trattiene fino al 30% dei ricavi (come anche: PlayStation Network, Microsoft Store, Apple Store, Google Play e via dicendo), dal 1° agosto 2021 Microsoft cercherà di attirare gli sviluppatori PC passando dal classico 30% al 12%, la medesima percentuale fissata da Epic Games col suo store. Questo importante cambio di direzione potrebbe contribuire ad un ripopolamento dello store, con la probabilità di inserire un maggior numero di titoli ad alto budget nel catalogo PC del Xbox Game Pass.

L’impegno nel PC Gaming partito con Gears Tactics e le remastered di Age of Empires fino al cross-play di Halo Infinite e Age of Empires IV

Che Microsoft stia investendo nel mercato PC è sempre più chiaro, come viene fatto presente anche all’interno del loro post su Xbox Wire. Basti pensare a Gear Tactics od al prossimo ritorno di Age of Empires IV, ma potremmo citare anche Microsoft Flight Simulator od il ritorno di Halo.

Proprio Halo Infinite è al centro di una serie importante di novità. È stato confermato che supporterà fin da subito il cross-play ed il cross-save (o cross-progression), ciò vuol dire che l’utenza PC potrà giocare assieme all’utenza Xbox One e Xbox Series X|S, in più se si deciderà di cambiare piattaforma non si perderanno i progressi compiuti giocando. Inoltre, il team di sviluppo pare che stia lavorando a stretto contatto con la community PC, facendo in modo di rilasciare un prodotto di prim’ordine con supporto ai display Ultrawide e Super Ultrawide assieme ad una vasta varietà di opzioni grafiche.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.