Leggende Pokémon: Arceus, svelate le nuove forme di Zorua e Zoroark

Leggende Pokémon: Arceus

Il trailer delle nuove forme mette in chiaro, ancora una volta, un aspetto decisamente deludente

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Nella regione di Hisui, Leggende Pokémon: Arceus sarà possibile trovare delle nuove forme di vecchi Pokémon, come quella di Growlithe. Ad aggiungersi alla schiera delle nuove forme sono Zorua e Zoroark, comparsi per la prima volta nella 5a generazione della serie, coi titoli: Pokémon Nero e Bianco, e (ovviamente) anche nei rispettivi sequel.

Prima di entrare nel merito, vi ricordo che il gioco sarà disponibile dal 28 Gennaio 2022, in esclusiva Nintendo Switch.

Originariamente di tipo Buio, nella nuova regione li ritroveremo come Normale – Spettro, a chiarirne la ragione, ci pensa direttamente la descrizione di Zorua:

Rinati come tipo Spettro attraverso il potere del rancore

Questi Zorua migrarono nella regione di Hisui da altri luoghi dopo essere stati esiliati dagli esseri umani, che temevano questi Pokémon per la loro capacità di creare misteriose illusioni. Tuttavia, gli Zorua perirono, incapaci di sopravvivere all’ambiente ostile di Hisui e ai conflitti con gli altri Pokémon. Le loro anime inquiete si sono reincarnate in questa forma di tipo Spettro usando la forza del proprio sdegno verso umani e Pokémon.

Si celano sotto false sembianze e si nutrono del terrore delle loro prede

Se uno Zorua di Hisui vede un essere umano o un Pokémon solitario, potrebbe apparirgli di fronte imitando le sue sembianze. Al contrario delle illusioni tipiche della forma già conosciuta degli Zorua, queste apparizioni spettrali vengono create dall’energia astiosa promanata dalla lunga pelliccia che gli Zorua di Hisui hanno sul capo, sul collo e sulla coda.

Mentre la descrizione completa della sua evoluzione, mette in chiaro il suo risentimento e rancore:

Funeste illusioni emergono dal suo manto voluminoso

Il potere malevolo che scaturisce dal vello lungo e scarmigliato dello Zoroark di Hisui proietta illusioni terrificanti e può persino infliggere danni fisici agli avversari, causando ferite sia esterne che interne. Inoltre, le sue illusioni sono intrise di un astio talmente assoluto nei confronti di ogni cosa al mondo che pare tormentino chi le vede fino alla follia.

Un Pokémon con un inaspettato lato tenero

Lo Zoroark di Hisui è ferocemente ostile e aggressivo nei confronti di persone e Pokémon. Tuttavia, sembra essere compassionevole verso coloro che considera amici o parte della sua famiglia.

Il trailer delle nuove Forme di Hisui di Zorua e Zoroark in Leggende Pokémon: Arceus, condito da una “piccola” parentesi estremamente personale

Il trailer, purtroppo, mette ancora una volta in chiaro un fattore: la qualità tecnica e visiva di questo nuovo capitolo. Guardandolo, sembra sempre più palese la necessità di Game Freak nel doversi prendere una seria pausa dal produrre un capitolo ogni anno, così da poter svecchiare l’engine grafico e poter confezionare un prodotto di un certo calibro che possa rivaleggiare anche con le produzioni interne di casa Nintendo.

Leggi Anche:   F1 2020: patch notes 1.08

Si potrebbe pensare che, in questo caso, la bassa qualità sia dovuta ad un build datata, ma come è stato possibile constatare dai diversi trailer ormai pubblicati, è chiaro che Game Freak non riuscirà (o potrà) proporre qualcosa di meglio e, soprattutto, superiore a quanto mostrato fino ad ora.

Ciò, non lo scrive un classico hater, bensì un videogiocatore — prima di tutto — e di vecchia data, che è decisamente stufo di vedere una produzione d’alto valore — sia affettivo che economico — come questa, esser trattata così malamente. Bando alle ciance di un appassionato, vi lascio al trailer e non dimenticate di farci sapere la vostra opinione attraverso i nostri canali social (da Facebook a Telegram, che potete trovare più in basso).


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Se volete supportarci, effettuate acquisti tramite i nostri link oppure donate una cifra irrisoria cliccando su quel tenerissimo maialino che vedete in cima a destra nell’articolo!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.