Dandara: recensione del titolo in regalo su Epic Games Store e disponibile nel Xbox Game Pass

Dandara: recensione del titolo in regalo su Epic Games Store e disponibile nel Xbox Game Pass 1

Se ti piace l'articolo di Giuseppe Zetta faglielo sapere con una donazione

L’esplorazione con il personaggio bloccato è qualcosa di raro se parliamo di un Metroidvania nella scena indipendente. Scena indipendente che dal punto di vista del genere, si sta dando da fare tantissimo, ma purtroppo siamo ad un un punto qualitativo così alto e standardizzato tanto che tutto sembra o è già visto.

Se leggiamo su Steam l’etichetta Metroidvania, ormai sappiamo di poter acquistare con tutta serenità perché avremo quasi sicuramente un titolo dello stesso calibro di Axiom Verge, Messenger, Valfaris. Insomma, nel bene o nel male abbiamo titoli di una qualità così alta che non ci fanno rimpiangere i passati Shinobi, Metroid o Castlevania, di cui tutti sono essenzialmente dei cloni, la vera differenza tra un metroidvania e l’altro è semplicemente la trama (ad oggi è raro trovare una vera rivoluzione della formula).

I Ragazzi di Long Hat House, con il bene stare del publisher Raw Fury, hanno tentano di modificare e innovare la formula, ma ci saranno riusciti? Scopriamolo insieme!

Il Sistema di Controllo in Dandara

Guida Completa 100% utile per farti un idea di gameplay

Per quanto ci riguarda, possiamo dirvi che Dandara supera la prova a pieni voti, se la mettiamo nell’ottica della realizzazione di un gioco atipico in stile Metroidvania, in realtà oltre all’idea innovativa c’è molto di più, ma ci arriveremo tra poco.

dandara

Dandara rimuove completamente i controlli del genere che tutti ormai conosciamo e abbiamo assimilato, cambiando il modo di esecuzione.

In Dandara la gravità non è semplicemente univoca, come in un qualsiasi metroidvania, ma è bloccata. Qui hai movimenti statici solo in rispettivi punti, rispettando una gravità tutta a sé, consentendo all’eroe di saltare rapidamente da una superficie all’altra, entrando attraverso il presunto “muro” ed uscendo attraverso il “soffitto” del prossimo quadro.

Se questo design di controllo sembra impegnativo, è perché lo è. La curva di apprendimento per Dandara è molto ripida e saltare senza interruzioni attraverso le numerose ed interconnesse stanze del gioco richiede molta pratica. Il personaggio principale di Dandara può sfidare la gravità, quindi attraversare, diciamo, un lungo corridoio richiederà di saltare da terra al soffitto (e viceversa se in diagonale), ripetutamente finché non ti sei fatto strada. Non sono tutti corridoi, però. Per la maggior parte del tempo, salterai attraverso passaggi tortuosi e ti farai strada intorno a barriere progettate in modo intelligente, ogni livello si potrebbe dire che ha una risoluzione da puzzle plattform, il movimento all’interno del gioco è essenzialmente un continuo risolvere puzzle.

Mentre i mezzi per ulteriori esplorazioni sono relativamente incontaminati dalla formula standard – visitare e rivisitare regioni sotterranee contrastanti che spaziano visivamente dai boschi alle grotte luminose, a un maniero antico e persino a una base in stile cyber – è tutto ciò che accade intorno che conferisce a Dandara il suo fascino piacevole e sinistramente seducente.

La Frustrazione in Dandara è dietro l’angolo

Le prime sezioni di Dandara sono un eccellente tutorial, spiegando in modo ottimale le meccaniche base. Non passa molto tempo prima che inizi a incontrare nemici e ostacoli. Sei armato di una discreta scarica di energia simile a un fucile da caccia, per iniziare, e per alcune ore questo sarà il tuo principale mezzo di difesa. Se incontri gruppi di nemici, dovrai eliminarli. A volte questi tizi ti attaccano con le loro lance, altre volte mantengono le distanze e ti sparano proiettili. Nelle parti successive del gioco, ti occuperai di entrambi contemporaneamente. È quando Dandara lancia molteplici sfide mortali sulla tua strada che le cose diventano difficili. A volte, il gioco può diventare frustrante. Questo perché dovrai schivare nemici e proiettili a sinistra e a destra, il tutto utilizzando il movimento limitato del gioco. C’è un’astuzia nel poterlo fare, e quando avrai successo, ti sentirai realizzato e sollevato, ma quando fallirai più volte nella stessa area, potresti ritrovarti a desiderare un tradizionale schema di controllo della corsa e del salto. Ma questo non separerebbe davvero Dandara dal resto del genere Metroidvania, no?

Ovviamente, come detto precedentemente, Dandara tra una sezione e l’altra ne ha alcune dedicate solo al puzzle platforming, le quali servono a variare la formula e a dare un attimo di respiro, ma esse potrebbero intimidire anche il giocatore abituato ad altri titoli più difficili, non sempre i puzzle saranno semplici ed intuitivi da risolvere.
Queste sezioni, senza alcun dubbio, sono le meglio riuscite. Se Dandara fosse anche solo stato un semplice Puzzle Platform dove non si torna mai indietro, sarebbe stato un titolo comunque valido.

La cultura brasiliana in Dandara viene rispettata

Dandara è un gioco bellissimo e unico, che rispetta e valorizza la cultura da cui trae ispirazione in una forma che ho visto pochissime volte. Anche se il gameplay richiederà tempo per essere padroneggiato a dovere, essendo delle volte sorprendentemente difficile, risulta molto interessante.

Dandara non è un titolo narrativamente “pesante”, sicuramente influenzato da Metroid, e con pochi elementi narrativi e dalla natura un po’ vaga: “nel mondo stanno succedendo cose brutte e tu devi lottare per salvarlo”. Nulla di originale, se non per la sua ambientazione, ancora poco esplorata nel mondo videoludico se non dagli sviluppatori Brasiliani.

È interessante notare che il personaggio di Dandara è basato su un guerriero brasiliano realmente esistito che combatté la schiavitù nel paese durante il 1600.


Dandara è una proposta interessante, che approccia il metroidvania da una prospettiva originale, anche se alcune decisioni (sulla poca varietà di armi e potenziamenti o sull’aumento di difficoltà fino a renderlo frustrante in certi punti) appesantiscono il risultato finale.
Tuttavia, se ti piace il genere ha molte idee apprezzabili, soprattutto se sei uno che, oltre ad adorare i Metroidvania, è sempre propenso a sperimentare nuove idee di design mai viste fino ad ora.

Questo titolo andrebbe provato da qualsiasi appassionato, solo per l’innovazione della meccanica di gioco mai vista prima

Consigliato con riserva


La nuova versione, Trials of Fear Edition di Dandara è disponibile gratuitamente nel Epic Games Store fino alle 17 del 4 Febbraio, in oltre è possibile trovarlo all’interno del servizio Microsoft Xbox Game Pass. Lo potete trovare anche su mobile, Android e iOS, PlayStation 4 e Nintendo Switch.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Il mio pseudonimo è Giuseppe Zetta aka Zell
Ho la passione per l’informatica, nata all’età di 6 anni, quando ho avuto a che fare per la prima volta con un Commodore64, appassionato di Intelligenza Artificiale, Sviluppo di Videogiochi e Tecnologie OpenSource. Porto avanti progetti informatici personali con i miei amici di vecchia data, ed ho svariate passioni che variano dall’arte del DJ al video editing passando fino alla produzione musicale.

Se ti piace l'articolo di Giuseppe Zetta faglielo sapere con una donazione