Pad xbox, pc ,ps4 switch per abbonamenti

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente?

Innanzitutto, permettetemi di ringraziare sentitamente i ragazzi di Q-Gin per l’opportunità di scrivere sul loro bellissimo sito e che se voleste seguirmi per offerte e consigli su come giocare tanto provando a spendere poco, potete anche iscrivervi alla mia pagina Facebook e/o al mio canale Telegram.

Bando ai convenevoli, ho pensato che come primo articolo per rompere il ghiaccio potrebbe essere interessante fare un bella panoramica su tutti gli abbonamenti più importanti a disposizione di noi videogiocatori, visto il proliferare di questo modello di business spesso molto conveniente come rapporto qualità-quantità-prezzo.
Oggi vi parlerò di:

Xbox Game Pass

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 1

Partiamo non con quello più anziano ma sicuramente con quello che ha più smosso il mercato, ovvero il servizio di casa Microsoft.
Nato inizialmente solo su Xbox One, una volta accortasi del successo la casa di Redmond ha deciso di portarlo anche su PC, seppur al momento solo in Beta.

Su Game Pass troverete praticamente di tutto, da blasonati tripla A al più curioso degli indie con ovviamente come punta di diamante dell’offerta le esclusive Microsoft al day one.
I salvataggi saranno per sempre vostri e nel caso in un momento successivo acquistiate il gioco li troverete al loro posto anche senza Game Pass attivo.
Un ulteriore vantaggio del servizio, molto utile in caso di rimozione di un titolo (si, purtroppo con le terze parti può succedere), è che tutti in giochi in libreria sono scontati del 20% (i dlc solo del 10% e neanche tutti).

Il Game Pass console costa 9.99€ al mese, quello PC (in beta) 3.99€ al mese. Inoltre è disponibile il Game Pass Ultimate al costo di 12.99€ mensili che comprende Game Pass console, PC e Live gold (e da Settembre pure X-Cloud). Se non vi foste mai abbonati il primo mese PC o Ultimate vi costerà solo 1€ direttamente dallo Store.
Se invece vi foste già abbonati in passato o lo aveste già attivo, consiglio di monitorare Amazon o Instant Gaming dove spesso è in sconto.

PlayStation Now

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 2

Dopo Microsoft, passiamo a Sony col suo abbonamento, che è anche quello con lo stato di servizio più lungo.
La particolarità di PS Now sta nel che i giochi si possano ovviamente scaricare su PS4 (funzione introdotta due anni fa circa), ma anche giocare in streaming e che sia possibile farlo pure su PC!
Purtroppo lo streaming è disponibile solo a 720p (consolle e pc) e questo fa sinceramente storcere il naso nel 2020…
Inutile precisare che i giochi seppur scaricati siano però giocabili solo con l’abbonamento attivo.

La libreria è ampissima e comprende PS2, PS3 e PS4 con più di 600 titoli disponibili, anche se la selezione degli stessi poteva essere più curata.
Infatti delle generazioni vecchie, sopratutto PS2, mancano tantissimi grandi classici mentre su quella PS4 la scelta è ampia ma priva di tante esclusive importanti (alcune inserite in passato ma solo per 3 mesi) e con molti titoli trascurabili.

Detto ciò, il prezzo di recente è stato pesantemente ridimensionato dando nuova linfa al servizio. Innanzitutto per i nuovi iscritti c’è una prova gratuita di una settimana, poi si potrà optare per l’abbonamento mensile a 9.99€, quello trimestrale a 24.99€ e quello annuale a 59.99€ (inutile sottolineare come questo sia di gran lunga il più conveniente).
Potrete acquistarlo sullo store, su Amazon e scontato su Instant Gaming.
Piccola postilla: i giochi presenti sul Ps-Now sono giocabili online anche senza Plus.

EA Access/Origin Access

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 3

Anche Electronic Arts è in ballo con gli abbonamenti già da prima di Microsoft e, piccola curiosità, è stato pure il primo servizio del genere ad arrivare su Xbox.
L’offerta EA è un pochino più articolata delle altre essendo multipiattaforma e spero di riuscire ad essere abbastanza chiaro da farvela capire!

Partiamo con EA Access

EA Access è il servizio disponibile su Xbox, PlayStation 4 (su cui è stato attivato da poco) e di prossimo arrivo su Steam.
Comprende solo giochi EA, offre un Vault in cui sono presenti giochi completi e delle trial di 10 ore di giochi recenti.
Il Vault è ovviamente più ampio su Xbox per via della retrocompatibilità e, PRESUMIBILMENTE, lo sarà anche su Steam visto che su PC è assente il concetto di generazioni.
Su PS4 vi dovrete “accontentare” dei soli titoli current-gen.

Abbonandovi potrete usufruire di uno sconto del 10% su tutta la libreria EA, valido anche per i dlc e valute in-game, tipo Fifa points et similia.

Origin Access

Su PC, oltre ad EA Access in arrivo su Steam, è possibile abbonarsi anche ad Origin Access (disponibile esclusivamente su Origin, il client ufficiale di Electronic Arts) e non comprende solamente giochi EA, ma anche quelli di terze parti.
Quest’ultimo si suddivide in due abbonamenti:

  • Basic costa di meno, ma ha un Vault leggermente meno corposo e soprattutto per i giochi nuovi ha solo le trial di 10 ore.
  • Premier invece ha un Vault premium e soprattutto rende immediatamente disponibili nella sottoscrizione fin dal day one tutti i giochi pubblicati da EA

Come per EA Access, anche su Origin Access si ha uno sconto del 10% su tutti i vari titoli e dlc.

Costi e dove poter acquistare gli abbonamenti

Se finora mi avete seguito (spero di si) possiamo passare ai prezzi:

  • EA Access costa 3.99€ al mese e 24.99€ l’anno sia su PS4 che su Xbox (probabilmente anche Steam avrà prezzi simili);
  • Origin Access costa 3.99€ al mese e 24.99€ all’anno in versione basic o 14.99€ al mese e 99.99€ all’anno in versione in versione premier.

Li trovate direttamente sugli store di ogni piattaforma (per info Ea Access e Origin Access), quelli annuali di Xbox e Origin li trovate anche su Amazon.

Uplay+

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 4

Ovviamente quando si è capito che gli abbonamenti rendevano ed è iniziato a sentirsi il profumo di dollari, Ubisoft ha deciso di buttarsi a peso morto nella mischia!
La cosa positiva è che l’abbonamento Ubi è sicuramente il più esoso ma offre tanto tanto, se vi piacciono i suoi giochi.

Al momento è presente solo su PC (teoricamente fu annunciato anche per Stadia, ma campa cavallo…), offre solo la sottoscrizione mensile al non abbordabilissimo prezzo di 14.99€ al mese sullo store MA garantisce completo accesso a tutto il catalogo Ubi su Uplay, comprensivo di dlc (cosa che gli altri servizi non offrono) sin dal day one.

Humble Choice

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 5

Finora abbiamo parlato di abbonamenti che vi lasciano accesso ai giochi solo finché avrete l’abbonamento attivo, Humble Bundle invece prende una strada parzialmente diversa.
Ha si creato una sua sottoscrizione ma:
1) alcuni giochi rimarranno per sempre vostri perché abbonandovi a determinati piani otterrete delle key (come da stile HB) e non solo l’accesso ad una libreria (seppur presente)
2) i giochi li sceglierete voi, sempre in base all’abbonamento sottoscritto.

Infatti Humble Bundle offre sia una libreria permanente sia una selezione che cambia ogni mese di 10 o più giochi dalla quale starà poi a voi scegliere cosa riscattare.
Mi preme sottolineare che la scelta sarà sempre tra giochi di rilievo, basti pensare che in passato sono stati selezionabili Grid, Hellblade, Hitman, Jurassic World Evolution, XCOM 2, Planet Coaster, Soulcalibur VI e moltissimi altri.

Ci sono 3 piani di abbonamento:

  • Il Lite costa 4.99€ al mese o 39.99€ annuali e offre accesso alla libreria permanente di Humble Bundle, DRM free ma disponibile solo con abbonamento attivo, e uno sconto del 10% sugli acquisti dello store.
  • Basic costa 13.99€ o 124.99€ annuali e offre le stesse cose del lite con in più 3 giochi a vostra scelta tra quelli della selezione mensile principale.
  • Il Premium al costo di 17.99€ al mese o 159.99€ annuali vi offre sempre accesso alla libreria Humble, lo sconto diventa del 20% ed i giochi selezionabili diventano ben 9!

Al momento in cui scrivo e fino al 30 Luglio è possibile sottoscrivere e bloccare il prezzo per un anno dell’abbonamento Premium (mensile) col 40% di sconto pagandolo quindi 10.67€ al mese anziché 17.99€, il tutto cliccando qui.

Stadia Pro

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 6

Ok, son stato indeciso se inserirlo negli abbonamenti o meno, ma alla fine ho optato per parlarvene.
Questo perché si che su Stadia (ai giochi ACQUISTATI) si gioca gratis e che l’abbonamento Pro nasce teoricamente per giocare in 4k, con HDR e surround 5.1, però a differenza di altri servizi (tipo PlayStation Plus o Live Gold) l’80% dei giochi regalati ogni mese vengono lasciati andando a comporre una vera e propria mini libreria.

L’abbonamento costa 9.99€ al mese, di solito almeno 3/4 giochi vengono regalati ad ogni mensilità e, come vi dicevo, tanti di quelli passati rimangono riscattabili.
Il primo mese è gratis ed a tutti gli abbonati Pro, fino a dicembre, vengono regalati 10€ da spendere sullo store (come accennato qui) una tantum.

Chiusura e considerazioni finali

Gli abbonamenti videoludici saranno il futuro del gaming o sono già il presente? 7

Bene ragazzi, siamo arrivati in fondo a questo articolo sicuramente lungo ma spero utile per barcamenarsi tra i tanti abbonamenti che ci sono in giro, ricordandovi che TUTTI gli abbonamenti elencati oggi sono interrompibili in qualsiasi momento senza costi.

Inoltre se voleste ampliare ulteriormente le vostre librerie videoludiche (oltre ad essere requisito obbligatorio per giocare online), con PS Plus e Live Gold ogni mese vi regalano dei giochi (2 su Sony e 4 su Microsoft) mentre Nintendo Switch Online offre un tuffo nel passato con una corposa selezione di titoli Nes e Snes giocabili e aggiornata ogni mese.
Anche per questi servizi per risparmiare qualcosa non posso che consigliarvi Instant Gaming, ma li trovate ovviamente su tutti i rispettivi store.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!