Vai al contenuto

Uscirà Dreamcast 2? E se vi dicessi che si chiama Xbox?

C’è una strana opinione generale in giro per il web: “Xbox non è retrò ed ha solo versioni di giochi più recenti con una grafica di merda”.

Lasciatemi dire che queste opinioni sono semplicemente sbagliate. Xbox è una console retrò a tutti gli effetti, con uno sguardo proiettato avanti, proprio come il Dreamcast di SEGA, ecco perché quando mi domandano “Uscirà Dreamcast 2?” io rispondo con un “Sì, l’ho posseduta nel 2001”.

Sì, Xbox ha generato alcuni franchise di successo, tra cui Halo, Fable, e Forza Motorsport, ma posso anche sostenere che è una delle ultime console veramente creative.

Microsoft era in missione con Xbox. Una missione per dimostrare di avere il talento, il budget ed il sapere come competere con Sony e Nintendo. La console certamente non ha avuto il migliore inizio, incluso un serio taglio di prezzo poco dopo il lancio, ma ha anche consolidato il gioco online in un modo che il Dreamcast ha solo accennato, ma che non è mai stato completamente consegnato alle masse.

Ho bei ricordi di giochi come Ghost Recon (titolo amato su PC), Unreal Championship (quando nelle live su Twitch parlo di Unreal, la prima volta l’ho provato proprio qui, successivamente ho continuato ad amarlo su PC) e Project Gotham Racing 2 Online. C’è qualcosa di stranamente gratificante nel giocare su una console, sapendo che sei tutto in equilibrio. 

I giochi online per PC potevano sembrare molto complessi in quel momento, figuriamoci pensare di giocarli da console, Xbox ha unificato il modo di videogiocare. È stata la prima console ad essersi avvicinata al mondo PC, seppur non c’era ancora l’idea di Crossplay, ma cavalo! Avevamo Halo, Unreal e Morrowind e molti altri titoli concepiti per esser giocati su PC, su di una console.

Avere in casa una Xbox incuteva del timore, al pari di una PlayStation 5 al giorno d’oggi a causa delle sue importante dimensioni, inoltre era anche parecchio pesante!

Sì, ci sono molti sparatutto in prima persona e giochi di corse disponibili per il sistema, ma ci sono anche molte gemme videoludiche da scoprire.

Non sperimenterai su nessun’altra console un gioco come Steel Battalion, così come Phantom Dust, Stranger’s Wrath, Otogi e Panzer Dragoon Orta, che renderebbero felice qualsiasi proprietario di Xbox con il loro acquisto.

Pensando ad Otogi e Steel Battalion, From software ha dato il meglio di sé in quel periodo proprio su Xbox.

Ma perché Dreamcast 2?

Parliamo di SEGA, ha rilasciato alcune gemme assolute sulla console di Microsoft e proseguito saghe delle precedenti console, tra cui Gun Valkyrie, Crazy Taxi 3, Dead or Alive 3, Shenmue II, The House of the Dead 3 e il già citato Orta, in un modo talmente naturale che possiamo considerare Xbox come la successiva console SEGA.
Per molti versi sembrava davvero il Dreamcast 2, Xbox prendeva tutto ciò che è stato accennato dal Dreamcast e lo espandeva: dall’avvicinamento del PC alle console, al videogiocare online e possibilità grafiche al pari del PC.

E non dimentichiamo l’eccellente libreria sportiva di Microsoft, che consisteva in alcuni giochi davvero fantastici che coprivano di tutto, dal tennis al football americano fino al golf.

Ricordo ancora la rabbia quando mi resi conto che i giochi venivano interrotti per far posto ai giochi sportivi di EA.

Xbox ad oggi è un PC o una console retrò?

Ad Xbox mancava la pura diversità della PS2 e posso facilmente sostenere che molte delle sue esclusive interne non potevano eguagliare la potenza delle versioni di Nintendo, anzi soffriva per assurdo della stessa assenza di diversità di generi di cui soffriva il PC all’epoca, ma in molti modi non importava, non quando potevi restare a bocca aperta per l’erba in Halo o giocare a soddisfacenti giochi multiplayer, online o in locale.

Sopratutto era un mediacenter e potevi fare molti di quei trick che si potevano fare su PC, come moddare i videogiochi o inserire colonne sonore personalizzate all’interno di un videogioco, a patto di saper smanettare, ma già avere questa possibilità su una console nel 2001 era fantascienza.

La Xbox attualmente esiste in una strana sorta di limbo, con molti giocatori apparentemente incerti se considerarla una console retrò o meno, perché. 

Tutt’oggi ha tanto da offrire, soprattutto per i titoli che ho citato visto che sono ancora godibili e non sono invecchiati male, anche perché buona parte dell’innovazione che ora è uno standard come l’uso dei grilletti, la gestione del movimento in spazi 3D coi due stick analogici o la possibilità di avere giochi godibili in prima persona senza l’ausilio di mouse e tastiera (sperimentato la prima volta su Xbox). Insomma, prendendola oggi non noteresti di star giocando a titoli con 20 anni sulle spalle, se non fosse per la grafica che sembra quella dei titoli lancio di PS3 (Black per Xbox vs Resistance per PS3 ne è un esempio).

A chi è ancora dentro il proprio orticello, direi che è ora di aprire gli occhi.
Sarebbe un peccato se fosse la sola e completa testardaggine ad impedire di godersi una console così interessante. Ciò vale per chiunque, a te che vivi nel mondo Nintendo o Sony ed a te che attendi l’avvento di una nuova console SEGA come un fantomatico Dreamcast 2.

Oh, e attualmente puoi acquistare molti dei suoi giochi con pochi spiccioli, o recuperarli attraverso il servizio Xbox Game Pass, grazie alla retrocompatibilità, rendendo questo il momento perfetto per scoprire la console dimenticata di Microsoft.

Microsoft Xbox oggi

Xbox Series X mi ha riportato a quell’epoca, in quel 2001, pieno di possibilità ed innovazione, in una sola piattaforma e soprattutto, da PC Gamer dichiarato quale sono, abbiamo di nuovo PC e console che sembrano essere tornate in sintonia. Sintonia che sia era persa con la 360 e One.

Essenzialmente Microsoft Xbox sta al SEGA Dreamcast come al giorno d’oggi Nintendo Switch sta a Nintendo Wii U, una console successiva che ha perfezionato le intuizioni della precedente e fallimentare, innovando con creatività il mercato dei videogiochi.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRI APPROFONDIMENTI