Xbox Cloud Gaming è ancora ben lontano rispetto ai competitor – Il Provato

Xbox Cloud Gaming

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Proprio in questi giorni, Microsoft ha cominciato ad invitare gli abbonati del Xbox Game Pass Ultimate per testare Xbox Cloud Gaming su PC, Mac e iOS.
Questo servizio, disponibile da Settembre 2020 per il mercato Android, si piazzerebbe tra:

  • Nvidia col suo GeForce Now, dove l’utenza può sfruttare un PC di fascia alta per poter sfruttare le proprie librerie;
  • Google con Stadia, dove è possibile scegliere il gioco desiderato all’interno di una libreria in costante aggiornamento, mentre se ci si abbona al servizio Stadia Pro si ha accesso ad una selezione di giochi aggiornata ogni mese;
  • Sony con PlayStation Now, molto simile ai servizi come Netflix e Prime Video, dove tramite un semplice abbonamento si ha accesso ad un catalogo — aggiornato mensilmente — di vari videogiochi;
  • Amazon con Luna, in arrivo prossimamente;
  • inoltre ci sono una serie di servizi emergenti, di varia natura, che forniscono accesso a delle configurazioni PC per poter giocare liberamente.

Un progetto interessante, ma ancora troppo instabile

Lo devo ammettere, avendolo testato su smartphone con Iliad — si, me la sono andata proprio a cercare — e tramite Bluestacks — l’emulatore per eccellenza dedicato al gaming —, Xbox Cloud Gaming su Android non mi ha fatto proprio impazzire. Sia la risposta dei comandi che la qualità visiva sono ben al di sotto degli standard fissati da GeForce Now e Google Stadia, rendendo l’esperienza d’uso non proprio esaltante. Dunque, con questa piccola “anteprima” cosa mi sarei potuto aspettare da una variante dedicata al mercato PC e iOS tramite browser? Di certo, nulla di meglio — soprattutto perché in Beta chiusa.

Sul banco di prova con: Control, Forza Horizon 4, F1 2019 e Gears of War 2

Ho provato Xbox Cloud Gaming sul browser Microfot Edge, con un PC connesso via cavo direttamente al modem, con una 100 Mega in FTTC

Appena effettuato l’accesso su Xbox.com/Play ho deciso di provare immediatamente Control, di certo non proprio l’eccellenza tecnica, dal momento che è risultato essere ben poco ottimizzato su console — ma io sono un pazzo masochista, ergo… — ed in tutta onestà, l’esperienza non è stata del tutto pessima. I tempi di risposta, seppur non eccellenti, hanno garantito un buon primo impatto, risultando reattivi il giusto non rendendo il tutto troppo frustrante. Tutt’altro discorso invece per la resa visiva, ben al di sotto di quanto mi aspettassi, con una compressione fin troppo eccessiva ed un calo — a fasi alterne — di qualità. Il tutto rimane costante anche durante la prima boss-fight, mentre è tutto da vedere per quanto riguarda le sequenze più avanzate, con un maggior numero di nemici su schermo.

Sorpreso, in minima parte, da quanto visto con Control, ho deciso di fare un paio di test con due giochi che necessitano una certa precisione nei comandi: Forza Horizon 4 e F1 2019spoiler: entrambi ingiocabili.
Con F1 2019 mi sono immediatamente catapultato su Monza — il primo circuito a venirmi in mente — e, subito dopo il semaforo verde si è palesata ogni problematica inimmaginabile: audio distorto, ritardo nei comandi, calo di qualità dell’immagine e via discorrendo. Stessa sorte è toccata a Forza Horizon 4, dove è bastato avvicinarmi ad una cittadina ed avviare una corsa per mandarlo totalmente in crisi.

Conscio che giochi troppo frenetici e attuali “non s’hanno da fare”, ho ripreso Gears of War 2, uscito a suo tempo su Xbox 360 — pensando tra me e me “è della settima generazione, forse, potrebbe andar bene” e così è stato.
Tutto sommato non è andata male. La compressione visiva non era eccessiva e il ritardo nei comandi mi ha fatto avvertire una bizzarra pesantezza, ma nulla che possa compromettere significativamente l’esperienza di gioco.

Tirando le somme del Xbox Cloud Gaming…

In sostanza Xbox Cloud Gaming è un progetto interessante, Microsoft sta portando quel concetto del “Gioca ovunque vuoi, dove vuoi e quando vuoi” che tanto mi aspettavo dai tempi dei Lumia, ma l’infrastruttura alla sua base è ancora acerba. Il servizio si dimostra interessante qualora si volesse recuperare qualche titolo datato, come ad esempio il già citato Gears of War 2 od un Fable Anniversarystranamente, ancora — non incluso nel Xbox Game Pass PC, ma con videogiochi più recenti e frenetici tutto crolla come un castello di carte.

Xbox Cloud Gaming è ancora ben lontano rispetto ai competitor - Il Provato 1

Se nel complesso, le prestazioni lasciano totalmente a desiderare, l’utenza PC Gamer dovrà fare i conti con un problema non da poco: mouse e tastiera non sono supportati nonostante venga riportata la dicitura “Riproducibile senza controller”, almeno nei titoli provati.

Ovviamente c’è ancora un grosso margine di crescita e miglioramento, sia perché stiam parlando di un servizio ancora in Beta, sia perché dal 19 Aprile è stata ufficializzata la collaborazione con Rainway, che sta aiutando Microsoft ed il team Xbox nel migliorare la qualità generale del Xbox Cloud Gaming, ma per il momento il risultato è ben al di sotto dei vari competitor presenti sul mercato.


Non ho menzionato la qualità del Xbox Cloud Gaming sui dispositivi Apple perché posseggo esclusivamente un iPhone 8 Plus che non supporta la rete WiFi 5GHz e avendo una sim Iliad che non dà il massimo in 4G ho preferito astenermi dall’esprimere un qualsiasi giudizio.

Attualmente è possibile sfruttare Xbox Cloud Gaming soltanto se abbonati a Xbox Game Pass Ultimate, ma per poterlo provare su PC, Mac e iOS sarà necessario aver ricevuto un invito — tramite email, s’intende.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE ANTEPRIME

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.