Vampire Clans, un indie apparentemente interessante

Vampire Clans

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Lo ammetto, non sono un giocatore che segue in modo particolare il mercato indipendente (indie, n.d.r.), ciò nonostante qualche titolo interessante come This War of Mine o Frostpunk, ma anche Hellblade: Senua’s Sacrifice — nonostante dietro vi siano i ragazzi di Ninja Theory, è da considerare a tutti gli effetti come “produzione indipendente” —, mi è capitato “sottomano”. Questa volta, grazie alla pubblicità di YouTube — che per una sola volta mi ha mostrato qualcosa di veramente stuzzicante —, l’occhio mi è caduto su Vampire Clans di RockGame.

Come si presenta Vampire Clans

Effettivamente, a primo impatto, si ha la sensazione di vedere uno dei tanti giochi mobile — anche perché YouTube non fa altro che mostrarne in quantità —, col consueto video realizzato in CGI atto ad attirare qualche ignara persona, quando ad un certo punto, sul lato sinistro del video, noto “store.steampowered.com”. Non aspetto un secondo di più, mi catapulto su Steam e scopro — con gioia — che non è “uno di quei classici giochi” da mobile, quindi ritorno sul video per continuare la visione del trailer!

Crea il più potente Clan di vampiri, per conquistare le strade e la metropolitana di Parigi. Sfida altri clan, picchia e rendi schiavi. Usa incantesimi, alchimia e sangue umano per aumentare il tuo potere. Diventa il terrore di tutti gli abitanti o usa una politica tranquilla per raggiungere i tuoi obiettivi.

Si legge nella descrizione di Steam

Cupo e Sanguinolento

Come sempre, il primo fattore che emerge da un classico trailer, è quello visivo: l’estetica ed il comparto grafico.

Vampire Clans sembra avere un comparto visivo di tutto rispetto, magari non eccelle in animazioni, ma l’estetica, la messa in scena della violenza e l’atmosfera cupa sembrano essere ben realizzate.

Vampire Clans, un indie apparentemente interessante 1

Anche gli effetti particellari e la fisica dei corpi sembrano di buon livello, ma ovviamente il giudizio va rimandato all’uscita del gioco. Così come per ogni altra riflessione sul tema.

Il cuore

È lampante, il cuore di Vampire Clans è il gameplay. Dal trailer emergono diversi aspetti, uno di essi farà felici i fan dei gestionali. All’interno del gioco dovremo gestire il nostro clan di vampiri, che vivrà nel sottosuolo, ampliando il covo con nuove e… particolari “stanze” — una particolare meccanica che i fan di XCOM ricorderanno più che bene.

Vampire Clans, un indie apparentemente interessante 2
Vampire Clans, un indie apparentemente interessante 3

Non mancheranno le sezioni di caccia! Difatti, di notte, potremo vagare per le strade di Parigi a caccia di umani, per accrescere il nostro potere.

Sia dal trailer che dalla descrizione Steam, veniamo a sapere che sarà presente una componente PvP. È ancora presto per comprendere se essa sarà gestita in tempo reale oppure se avverrà in maniera asincrona (ad esempio: invaderemo il covo di un clan avversario, senza che il giocatore possa intervenire).

Non ci resta che aspettare

Per il momento non sappiamo altro, non abbiamo informazioni sulla longevità generale o sul costo del gioco e tantomeno una finestra di lancio a parte quel simpatico “when the night come” che si legge nella pagina Steam.

Vampire Clans è, attualmente, previsto per il mercato PC.

Vampire Clans – bloody trailer


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.