(State of Play) Square of play 2022: Buchi che Cagano Dinosauri

State of Play 2022 Exoprimal
Condividi

Tabella riassuntiva dello State of Play

TitoloAccoglienzaData di UscitaPiattaforme
Valkyrie ElysiumHYPE2022Ps4, Ps5, PC
The DioField ChronicleInteressanteIn arrivoPC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S e Nintendo Switch
Trek To YomiHYPE2022PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S
ExoprimalTiepida 2023 PS4, PS5
Stranger of Paradise: Final FantasyInteressante18 marzo 2022PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S
Ghostwire: TokyoInteressante25 marzo 2022PC, PS5
ForspokenHYPE11 ottobre 2022PC, PS5
Returnal AscentionTiepida22 marzo 2022Ps5
JoJo’s Bizarre Adventure: All Star Battle RInteressanteAutunno 2022Ps4, Ps5
Gundam EvolutionTiepida2022PS5, PS4, PC, Xbox Series X|S e Xbox One
GigabashInteressante2022PC, PS5 e PS4

Lo State of Play del 9 marzo 2022, si sarebbe focalizzato sulle produzioni giapponesi, ma lo potremmo tranquillamente rinominare Square of Play visto l’alta presenza di produzioni Square Enix, come ad indicare che il Giappone per PlayStation è solo Square-Enix.

Siamo rimasti abbastanza delusi, perché di veramente nuovo si è visto ben poco, quel poco d’interessante sembra provenire dal mondo mobile e nessuna vera esclusiva console, ma iniziamo.

Ecco L’elenco di tutto ciò che è stato mostrato in questo State of Play:

Exoprimal (Capcom)

La vera bomba dell’evento, non tanto per la bontà e qualità del titolo in sè, ma perché siamo stati traumatizzati da ciò che abbiamo visto, ovverro un “Buco che cagava Dinosauri”.

Dopo abbiamo visto le exo tute intercambiali e abbiamo intuito che lo scopo del gioco è ripulire la mappa in questo PVE competitivo da questi dinosauri cagati dal cielo.

Leggi Anche:   Neptunia Virtual Stars arriva su PlayStation 4 nel 2021

Ghostwire: Tokyo (Bethesda – Tango Softworks)

Il titolo, diciamocelo, ci ha ammorbato un po’ le cosidette, ci viene mostrato da anni, aggiungendo di trailer in trailer solo piccoli dettagli, ancora non abbiamo capito cosa dobbiamo fare in questo gioco, eccetto sparare magie, muovendo le mani come un incrocio tra Mago Silvano e Sailor Moon.

Mago Oronzo Silvano State of Play 2022

Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin (Square Enix)

Da qui inizia il valzer di Square Enix, ci viene mostra il nuovo titolo in sviluppo dai creatori di Nioh, finalmente in una veste grafica che da un senso a PS5, ma finisce subito, più veloce di un coniglio che copula.

Sappiamo che ci è stato, ma non sappiamo cosa abbiamo visto.

Forspoken (Square Enix)

Esiste ed uscirà l’11 Ottobre 2022 ed è sempre la solita roba, sia mai ce ne fossimo dimenticati di questo gioco basato sulla manicure.

Gundam Evolution ( Bandai Namco)

Che dire di questo titolo pvp free2play 6 vs 6? Sembra Halo 2 per la prima Xbox con una spruzzata di Destiny, ma gli hanno levato le texture, l’unica spiegazione è che Bandai Namco le avesse finite perché sono state tutte usate per Elden Ring e Cyberpunk 2077.

Teenage Mutant Ninja Turtles: The Cowabunga Collection (Konami)

Questo titolo è per dimostrare la potenza bruta della Console nipponica, ebbene sì! PS5 riesce a far girare non uno, non due, non tre, ma tutti i videogiochi delle Tararughe partendo dal GameBoy e GameGear, fino ad arrivare alle portentose ed esose in fatto di prestazioni SNES e MegaDrive.

Il tutto non in 4k.

Gigabash

Questo è l’unico titolo di nota della conferenza, che mi ha fatto fare un sussulto, un brawler vecchia scuola, con grafica vecchia scuola e meccaniche vecchia scuola, coi soliti Kaiju tanto amati dai giapponesi, ma di più dagli Europei. Penso lo prenderò.

JoJo’s Bizarre Adventure: All Star Battle R

Un piacchiaduro di Jojo, non do opinioni perché la community di JoJo mi terrorizza.

Quindi che dire? È un piacchiaduro di JOJO, non sai cos’è JoJo? Non posso aiutarti cercalo su internet.

Leggi Anche:   Xbox Game Pass: i primi titoli di Giugno 2021 e due interessanti annunci!

L’unica cosa che so, è che si tratta di un gioco PlayStation 3, ripubblicato.

Trek To Yomi (Devolver Digital)

Solo perché è pubblicato da Devolver Digital per me è sempre GOTY. Sviluppato da Flying Wild Hog, Trek to Yomi è un particolare action adventure a scorrimento impostato in 2D, ma con grafica in 3D ambientato nel Giappone feudale, in arrivo sul game pass al Day One.

Visto che sanno già che con i loro ottimi FPS non venderanno (eh sì è uscito Shadow Warriors 3 a inizio mese), si saranno detti “Prendiamo per il culo i giocatori di Playstation 5 e quelli delle piattaforme rivali, cavalcando l’onda del successo di Ghost of Tsushima, facendo un gioco 2D”, per la qualità del team è come bere un bicchier d’acqua sviluppare in 2D in modo solido.

Il team è polacco, il publisher è americano, ma forse qui il Giappone è in veste di tema del videogioco.

Returnal (Sony – Housemarque)

Il Giappone ha conquistato la Finlandia? Tra la Russia che cerca di riprendere l’Ucraina e la Cina che ha conquistato Taiwan e Hong Kong, non vorrei che mi fossi perso qualche punto, non capisco se la Finlandia è parte del Giappone o no.

Forse lo scopriremo tra pochi giorni forse il Giappone ha intenzione di invadere la Finlandia.

Intanto che altro dire è Returnal, ma con l’aggiunta della coop online, la quale si sminchia la storia è l’immersività del titolo, nella speranza che chi lo ha acquistato, non sapendo a cosa andava a giocare, riesca a portarlo a termine finalmente, nella speranza che non sia un asociale.

The DioField Chronicle (Square Enix)

Finalmente un GDR Tattico, sembra che Square Enix avesse dimenticato l’esistenza di suddetto genere videoludico, tanto da pubblicare di recente solo un Indie di pregevole fattura di produzione Europea ovvero Children of Zodiarcs.

Il titolo è impronunciabile e non lo ricorderò mai, se la grafica pensate che sia mediocre è perché gira anche su Nintendo Switch e i tostapane Ariete, infatti esce ovunque.

Valkyrie Elysium

Finalmente la saga di Valkyrie grande RPG di Tri-Ace torna sulle console maggiori e PC. Dopo i primi due capitoli sviluppati per PS2, questa gloriosa saga ha subito la stessa sorte di Kingdom Hearts e altre grosse saghe Square: i capitoli successivi sono usciti su Nintendo DS e Mobile, ma sulle console maggiori neanche l’ombra.

La sua qualità tecnica da videogioco per Smartphone, è stato messo alla fine della conferenza per mostrare ai nostri occhi la potenza bruta di Ps5.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi
Attiva le notifiche per rimanere sempre aggiornato    OK No thanks