Sega e Microsoft: 2 aziende nel segno del Destino

SEGA XBOX GAME STUDIOS

A cura di Giuseppe Zetta

Condividi

In questo articolo, metteremo in ordine un po’ di tasselli per avere il quadro chiaro, al fine di non far sembrare questa storia, una speculazione fine a se stessa, partiremo dal lontano 2013 fino ad arrivare ai giorni nostri.

Microsoft e Sega un rapporto di amicizia fin dal 2003, ma  si sono ritrovati solo negli ultimi anni

Ho volutamente evitato di considerare i rapporti tra Microsoft e Sega già in Atto dagli inizi 2000,  perché ininfluenti al fine di questa analisi, ovvero il fatto che DreamCast usasse come sistema operativo (Windows CE) , successivamente il rapporto di utilizzo esclusivo del parco titoli Dreamcast sulle consola Xbox .
Voglio fare giusto un accenno al fatto che Microsoft fu intenzionata ad acquisire sega con tutto il suo “know how” per  entrare nel mondo console con il marchio Sega già agli albori, ma poi saltò tutto dopo il FLOP del dreamcast, facendo cambiare idea ala casa di Redmond,  la quale entrò nel mondo console direttamente  in prima persona infatti da lì a poco fu rilasciata la prima XBOX  sul mercato.

2013

Ricordiamo tutti il travagliato anno per Xbox One in quegli anni pare che Phil Spencer avesse chiesto a Nadella e Gates i suoi superiori, di iniziare ad acquisire case di sviluppo first party, tra le tante aziende papabili in ambito giapponese, c’erano Sega con tutte le sue IP e Platinum Games per lo stesso motivo, far arrivare Bayonetta 2 in Esclusiva Xbox One sarebbe stato un bel colpo, ma i superiori preferirono che Xbox attuasse una politica di giochi in esclusiva  sviluppati da Team Esterni.
Abbiamo Visto in seguito come è andata a finire con i titoli come Crackdown 3 o Scalebound

2018

SEGA il 25 Aprile 2018 fece visita agli uffici Microsoft, pubblicando una serie di scatti su Twitter che ritraevano l’ambiente di lavoro del team Xbox. Si trattava di una semplice gita? o Forse no ?

Il fatto che SEGA abbia visitato gli uffici della casa di Redmond, decidendo poi di rendere pubblico l’incontro su Twitter con una serie di scatti a tema, lascia pensare che tra le due aziende potesse nascere un qualche accordo, ma poi non si è saputo più nulla.

2019

14-11-2019 Microsoft all’Inside Xbox di quell’anno decide di svelare che è in sviluppo Age of Empire IV da parte di Relic Entertaimnet(Sega), la cosa che lasciò perplessi fu il fatto che durante il 2019 Microsoft acquisì un sacco di studi di sviluppo interni, perché far sviluppare un IP così imporante ad uno studio esterno, dopo la scelta di usare solo studi first party per lo sviluppo dei giochi in esclusiva Microsoft(per diritto di cronaca sappiamo che il titolo era in sviluppo dal 2017 sempre sotto la stessa casa di sviluppo) .

2020

21-01 -2020  Phill Spencer va in giappone per stringere alcuni accordi, con publisher e case di sviluppo giapponesi , ma senza dirci quali,  sappiamo che su Gamepass, da precedenti accordi sarebbero arrivati gli Yakuza(Sega) e Tutti i Kingdom Hearts con Final Fantasy XV(Square Enix).

Quindi il nostro dubbio  era perché ritornare nella terra del sol Levante , se gli accordi erano già stati stretti, forse per accordarsi su un eventuale acquisizione?

09-04-2020  SEGA Rafforza il suo potere con i videogiochi simulativi e strategici facendo diventare CTO, l’ex CEO di Creative Assembly ( Saga di TOTAL WAR), Tim Heaton , questa scelta fa presagire che sega voglia focalizzarsi sul genere Simulativo, basti pensare che attualmente le sue case di sviluppo first party sono tutte sviluppatrici di titoli di tale genere, Creative Assembly, Sports Interactive, Amplitude Studos, Hardlight, Relic Entertainment e i Two Point Studios.

04-2020  SEGA taglia i ponti con il settore Mobile , separandosi dalla casa di sviluppo  che gli aveva sviluppato  due titoli di successo basate su due IP storiche  ovvero Sonic Heroes e Crazy Taxi Tycoon.

Durante il 2020  GamePass Si riempie di Titoli Sega sia gestionali e non, cosa che desta sospetto che sembrano che non siano ancora stati tolti dal catalogo game pass come avviene di solito con i titoli third party (Footabal manager, Twot Point hospital, Yakuza etc..), ma stanno rimanendo vita natural durante come tutti i first party Microsoft  e ne vedremo arrivare  altri di titoli a marchio SEGA.

SEGA Streets of rage 4

Oggi 1-05-2020  Streets Of Rage 4  è finito sul game pass al day one come tutti i titoli first party Microsoft

SEGA X MICROSOFT

IN CONCLUSIONE

Si è tanto vociferato di Microsoft che abbia acquisito SEGA noi di Q-Gin siamo più propensi invece nel pensare , che le due aziende abbiano stretto un accordo di esclusività totale al pari del Periodo Xbox di inizi 2000, quando di nuovo si vociferava di un acquisizione da parte di Microsoft del marchio SEGA per entrare nel mondo delle Console videoludiche.

Quindi propendiamo ad una situazione similare al lancio della prima Xbox, dove i titoli SEGA avevano un trattamento privilegiato, sulla console di Redmond.

Sembrerebbe che Microsoft infatti tratti SEGA al pari di una sua casa interna, questa opzione  non ci sembra così impossibile, mettendo insieme tutti i tasselli .

Condividi

Di Giuseppe Zetta

Il mio pseudonimo è Giuseppe Zetta aka Zell Ho la passione per l’informatica, nata all’età di 6 anni, quando ho avuto a che fare per la prima volta con un Commodore64, appassionato di Intelligenza Artificiale, Sviluppo di Videogiochi e Tecnologie OpenSource. Porto avanti progetti informatici personali con i miei amici di vecchia data, ed ho svariate passioni che variano dall’arte del DJ al video editing passando fino alla produzione musicale.