Aggiornamento — George Cacioppo, ai vertici di PlayStation Network, accusato di pedofilia

George Cacioppo

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Aggiornamento: 6 Dicembre
Il portale CNet.com riporta di aver ricevuto un comunicato da parte di Sony dove viene confermato l’avvenuto licenziamento di George Cacioppo.

Attualmente l’informazione sta rimbalzando nel web: dalle testate e blog statunitensi come Kotaku è arrivata in giornata anche in Italia.


Non v’è un modo “semplice” per riportare quanto accennato nel titolo, pertanto andrò dritto al punto: il gruppo People v. Preds accusa George Cacioppo di adescamento di minore e, di conseguenza, pedofilia.

Prima di procedere oltre, trovo doveroso chiarire un fatto, allo stato attuale non è stato divulgato nulla dalle autorità competenti, mentre da Sony vige il silenzio assoluto.

People v. Preds è un gruppo indipendente che si occupa di “cacciare” i predatori sessuali, nel loro mirino è capitato anche George Cacioppo, che in Sony occupa il ruolo di “Senior Vice President Engineering, PlayStation Network”. Ad accompagnare il loro video, che ritroverete poco più sotto, c’è una lunga sequenza di screenshots che lo vedono protagonista mentre cerca di adescare un ragazzo di 15 anni mediante un’applicazione di incontri.

Sia gli screenshots che il video citato hanno ricevuto un’importante risonanza grazie al thread su Twitter pubblicato da Tipster

Mentre sto scrivendo, nella descrizione del video, è possibile recuperare gli screenshots (censurati) della conversazione avvenuta tra George ed il ragazzo nascosto dietro all’account del finto 15enne, pubblicati in Google Drive. Facendo un banale 1+1, sembrerebbe essere tutto reale: la maglietta di George nella foto mandata al ragazzo assieme al suo aspetto di quel momento, coincidono perfettamente con quanto visto nel video, così come il suo rispondere al “Are you Jeff?”.

Leggi Anche:   PlayStation INDIES: ecco i 9 giochi indie e RPG Maker MV

Nel video, George Cacioppo filmato da People v. Preds


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Se volete supportarci, effettuate acquisti tramite i nostri link oppure donate una cifra irrisoria cliccando su quel tenerissimo maialino che vedete in cima a destra nell’articolo!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.