CD Projekt Group: novità dallo Strategy Update del 30 Marzo

CD Projekt Group

Passando da The Witcher e Cyberpunk 2077, arrivando ad acquisizioni e nuovi modi di sviluppare

A discapito di quanto l’utenza generale crede, CD Projekt Red non è mai stato uno studio perfetto, partendo dai casi di crunch (basti ricordare The Witcher 3: Wild Hunt ed il meme che ne uscì fuori), fino ad arrivare allo stato in cui le loro produzioni vengono rilasciate: The Witcher 2 non era decisamente ben ottimizzato per l’epoca e The Witcher 3: Wild Hunt vantava una valanga incredibile di problemi, passando dall’ottimizzazione fino a bug e glitch di ogni tipo. Cyberpunk 2077, ovviamente, non è stato esente da tutto ciò, conosciamo tutti le condizioni in cui vertevano le versioni PlayStation 4 e Xbox One, per non parlare degli immancabili bug e glitch.

Se vi steste chiedendo il motivo di questa piccola premessa, allora vi consiglio di continuare a leggere, perché le nuove strategie che verranno adottate da CD Projekt potrebbero portare un concreto cambiamento.

Lo strategy Update

Nella giornata di ieri, CD Projekt ha rilasciato degli importanti aggiornamenti col suo Strategy Update, relativi alla strategia aziendale che verrà adottata nei prossimi anni (partendo dal 2022). Questa nuova strategia andrà ad impattare sul marketing, sull’ampliamento dell’azienda (con delle acquisizioni e fusioni), allo sviluppo in parallelo di più progetti ed all’importanza che rivestirà il RED 2.0.

Dallo sviluppo di videogiochi alle potenzialità dei franchising esistenti

Con la nuova strategia il RED 2.0 ed il suo team avranno una maggior importanza, ma questa dovrebbe alleggerire anche il carico di lavoro degli sviluppatori grazie a nuove acquisizioni, collaborazioni e reclutamento di nuovi dipendenti.

Il RED 2.0 farà da base per la nuova strategia di sviluppo

CD Projekt potrà garantirsi una “crescita dinamica e un’ottimizzazione nei processi intragruppo”. Inoltre verrà migliorata e centralizzata la tecnologia del REDengine dello Studio, mentre i team che lo compongono verranno riorganizzati, puntando su un approccio più proattivo. Anche il CTO del RED 2.0 avrà i suoi benefici, grazie ad una modernizzazione nelle aree in cui è responsabile.

Vogliamo essere sicuri di poter lavorare con due marchi globali allo stesso tempo, assicurando la massima qualità dei nostri prodotti. Sottolineiamo i progressi tecnologici e vogliamo creare team versatili che combinino diverse specializzazioni e competenze. Queste squadre saranno ulteriormente assistite da un gruppo di esperti in “cross-projects” che, grazie alla loro esperienza, possono contribuire agli aspetti chiave dello sviluppo. Tutti questi cambiamenti mirano a permetterci di lavorare su più giochi ed espansioni AAA in parallelo, a partire dal 2022″

Paweł Zawodny, CTO e Responsabile della produzione di CD PROJEKT RED

Un ambiente di lavoro più sano

L’intendo dell’azienda è quello di supportare al meglio i team, essendo fondamentali nella realizzazione dei cambiamenti previsti. Pertanto, saranno raddoppiati gli sforzi per garantire un ambiente di lavoro sostenibile e attento, per prevenire — probabilmente — altre situazioni come quelle verificatesi durante lo sviluppo di Cyberpunk 2077.

La più grande risorsa dell’azienda sono i dipendenti, il nostro team. Pertanto CD Projekt rimarrà un luogo di lavoro inclusivo e diversificato; tuttavia, vogliamo enfatizzare il benessere dei nostri dipendenti e fornire loro opportunità di lavoro professionale e personali

Adam Badowski, capo dello studio CD Projekt Red e membro del consiglio di CD Projekt

Per essere in grado di impegnarci nello sviluppo di più progetti in parallelo, dobbiamo espandere continuamente il nostro pool di talenti. Per questo motivo stiamo intensificando le nostre attività di reclutamento. Intendiamo continuare a crescere in modo organico, stringendo al contempo collaborazioni con partner esterni e comprovati. Più attivamente, intendiamo continuare a perseguire le attività di fusione e acquisizione che aiuteranno lo studio ad espandersi, in particolar modo per quanto riguarda le capacità tecniche.

Piotr Nielubowicz, CFO e membro del consiglio di CD Projekt

Proprio in merito a ciò CD Projekt conferma l’acquisizione dello studio Digital Scapes, col quale ha già collaborato nello sviluppo di Cyberpunk 2077 dal 2018.
Dopo l’acquisizione, lo studio è stato ribattezzato in CD Projekt Vancouver.

Digital Scapes è uno studio fondato da diversi “veterani provenienti da BioWare, Radical Entertainment e Relic”. Lo studio ha lavorato a diversi progetti: Cyberpunk 2077, Dying Light,Company of Heroes, Dead Rising, Mass Effect, Prototype e molto altro.

Si legge all’interno del sito web

Un nuovo approccio merketing

Per evitare di ripetere uno degli errori commessi con Cyberpunk 2077 — per l’esattezza, l’annunciarlo nel 2013 e cominciare a rilasciare informazioni solo nel 2018 fino al suo debutto — CD Projekt Red ha deciso di cambiare totalmente il proprio modo di comunicare, puntando su delle campagne marketing più brevi e rilasciando informazioni soltanto a ridosso del effettiva pubblicazione del videogioco, ripensando anche al proprio approccio nell’annunciare i nuovi progetti: proprio in merito a questo, CD Projekt pubblicherà ogni anno una roadmap descrivendo i propri piani dei successivi trimestri.

Espansione dei franchising

I videogiochi di ruolo singleplayer sono stati, sono e rimarranno la nostra priorità. Tuttavia percepiamo anche l’enorme potenziale di The Witcher e Cyberpunk e vogliamo espandere la loro portata per includere nuove aree, media e tipi di contenuti. Il nostro obiettivo è fornire un’offerta ancora più ricca di intrattenimento, introducendo nuovi gruppi di target ai nostri personaggi e mondi immaginari.

Michał Nowakowski, SVP Business Development e membro del consiglio di CD Pprojekt

Nel mirino, grazie alla nuova strategia, vi è anche l’online. Difatti CD Projekt Red svilupperà alcune tecnologie che potranno essere incorporate nei futuri processi di sviluppo. Promuovendo la crescita della comunità online, basata sulla propria piattaforma GOG Galaxy che riunisce i fan delle produzioni dello Studio e delle produzioni di terze parti.

L’aggiornamento si conclude con le parole di Adam Kiciński

Siamo pienamente consapevoli della quantità di impegno che dovremmo investire nell’attuazione dei nostri piani. Tuttavia, non mancano le motivazioni da parte nostra. Crediamo che le nuove direzioni strategiche di sviluppo che abbiamo tracciato aumenteranno il potenziale del Gruppo e ci consentiranno di sviluppare un intrattenimento senza pari, offrendo esperienze memorabili ai clienti di tutto il mondo.

Adam Kiciński, CEO di CD Projekt

Dallo scorso novembre 2020 tutti gli occhi sono puntati su CD Projekt Red, a causa del pessimo lancio di Cyberpunk 2077, che nella giornata di ieri ha ricevuto il suo 7° aggiornamento portandolo alla versione 1.2 (con un patch notes decisamente corposo). Occorrerà ancora diverso tempo prima che il videogioco raggiunga una certa qualità, ma nel frattempo CD Projekt ha riconfermato le sue intenzioni di voler porre rimedio al suo gigantesco errore.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso!
Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.