Microsoft sta lavorando a un’app xCloud basata su browser per iOS per aggirare le restrizioni di Apple

xCloud su Apple

Se ti piace l'articolo di Giuseppe Zetta faglielo sapere con una donazione

Microsoft non intende saltare il rilascio di xCloud su iOS.

Anche prima del suo lancio ufficiale, xCloud, la porzione di gioco in streaming di Xbox Game Pass, era disponibile solo su Android. Le limitazioni dell’App Store di Apple richiedono che ogni app venga inviata individualmente per la revisione.

Questo è il motivo principale per cui nessuno, inclusi Microsoft e Google con Stadia, non sono in grado di offrire correttamente i propri servizi di streaming di giochi su iOS. Non avrebbe senso per queste società sottoporre ogni singolo gioco alla revisione, poiché ciò vanificherebbe lo scopo dell’app.

xcloud apple Micorsoft iOS
Il Gamepad Xbox one di Microsoft è già compatibile con il Sistema Operativo iOS

xCloud attraverso un Browser Web su iOS di APPLE

La soluzione, secondo un nuovo rapporto di Business Insider, è semplicemente offrire l’accesso tramite un browser web ed evitare del tutto l’App Store. Secondo quanto riferito, Microsoft ha già informato il personale di questo piano, che dovrebbe diventare una realtà nel 2021.

“Finiremo assolutamente su iOS con Game Pass, costi quel che costi”, avrebbe detto ai dipendenti il capo di Xbox Phil Spencer.

Questa soluzione non differisce da quella che abbiamo visto qualche news fa, riguardo la piattaforma di streaming di Amazon ovvero Luna

Se due grandi aziende come Amazon e Microsoft ufficializzassero questo modo di operare sui dispositivi della “Mela Morsicata” qui inizierebbe a nascere un vero problema per iOS, creando un precedente che potrebbe esser imitato da molte aziende sia video ludiche che non, creando un vero e proprio danno economico all’azienda di Cupertino.

La tecnica del PWA (app web based) potrebbe esser una spina nel fianco per Apple.

Microsoft sta anche lavorando attivamente per rendere xCloud disponibile su PC, non sappiamo se attraverso bluestack come detto in primo momento o in modo nativo attraverso il launcher, ma secondo un rapporto di The Verge, è prevista anche per il prossimo anno.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Il mio pseudonimo è Giuseppe Zetta aka Zell
Ho la passione per l’informatica, nata all’età di 6 anni, quando ho avuto a che fare per la prima volta con un Commodore64, appassionato di Intelligenza Artificiale, Sviluppo di Videogiochi e Tecnologie OpenSource. Porto avanti progetti informatici personali con i miei amici di vecchia data, ed ho svariate passioni che variano dall’arte del DJ al video editing passando fino alla produzione musicale.

Se ti piace l'articolo di Giuseppe Zetta faglielo sapere con una donazione