State of Play del 6 agosto, ecco tutti gli annunci

State of Play del 6 agosto, ecco tutti gli annunci 1

A cura di Davide Vitanza

Condividi

Durante la giornata di ieri si è svolto, a partire dalle ore 22 italiane, lo State of Play precedentemente annunciato. Come dichiarato dalla stessa Sony, durante l’evento non sono state rivelate novità a tema PlayStation 5, ma solo informazioni aggiuntive agli indie e ai titoli di terze parti precedentemente annunciati. Ecco quindi tutto ciò che è stato presentato durante questo State of Play:

Crash Bandicoot 4: It’s About Time

Lo State of Play si apre con trailer e gameplay inediti del nuovo capitolo di Crash Bandicoot, nel quale sono state mostrate nuove aree, i vari power-up che si ottengono indossando diverse maschere, la possibilità di giocare nei ruoli di altri personaggi, come Coco, Cortex e Dingodile, oltre quella di cambiare il loro outfit, e la presenza di vari stili grafici con cui giocare l’avventura principale. Crash Bandicoot 4: It’s About Time uscirà il 2 ottobre 2020 per PS4 e Xbox One.

Hitman III VR

Si prosegue con un nuovo trailer gameplay di Hitman III e la sua inedita versione per VR. Alla fine della presentazione è stato reso noto che la modalità realtà virtuale sarà disponibile per tutta la trilogia. Il gioco uscirà a gennaio 2021 per PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X e PC.

Braid Anniversary Edition

Remastered del tanto acclamato titolo sviluppato da Jonathan Blow, Braid Anniversary Edition è un platform che vede il protagonista Tim intento a salvare una principessa. La particolarità del gioco consiste nell’abilità di riavvolgere il tempo, grazie alla quale si potranno superare i vari enigmi. Braid Anniversary Edition uscirà nel 2021 per PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, Nintendo Switch e PC.

The Pathless

Dagli stessi creatori di Abzû, The Pathless è un adventure game sulla falsa riga di The Legend of Zelda: Breath of the Wild nel quale controlleremo una ragazza armata di arco in compagnia di un’aquila, quest’ultima molto utile, oltre che a fini di gameplay, anche per i suoi poteri mistici. The Pathless uscirà durante le vacanze 2020 per PS4, PS5, PC, Mac e iOS.

Spelunky 2

Spelunky 2 è il seguito del platform game sviluppato da Derek Yu nel quale controlleremo una famiglia di speleologi intenta a raccogliere gemme nascote sotto terra risolvendo enigmi ambientali. Il gioco uscirà il 15 settembre su PS4 e PC.

Genshin Impact

Sviluppato da miHoYo, Genshin Impact è un gioco di ruolo giapponese open world ispirato fortemente a The Legend of Zelda: Breath of the Wild nel quale impersoneremo un avventuriero le cui origini sono sconosciute che parte alla ricerca del fratello smarrito. Il gioco uscirà in autunno 2020 per PS4, Xbox One, Nintendo Switch, PC, Android e iOS.

Aeon Must Die!

Aeon Must Die!, sviluppato da Limestone Games, è un picchiaduro con elementi ruolistici ambientato in un mondo sci-fi nel quale dovremo combattere numerosi nemici tenendo conto del nostro allineamento, elemento tipico dei GDR che muterà in base alle nostre azioni e che cambierà il corso della storia. Aeon Must Die! uscirà nel 2021 per PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

ANNO: Mutationem

Sviluppato da Thinking Stars, ANNO: Mutationem è un adventure game 2D/3D in pixel-art ambientato in un mondo cyberpunk. Il gioco uscirà a dicembre 2020 per PS4 e PC.

Bugsnax

Lo State of Play continua con Bugsnax, adventure game in prima persona già mostrato alla conferenza The Future of Gaming su PS5. In questo gioco impersoneremo un giornalista intento a fotografare su un’isola misteriosa alcuni esseri metà animali e metà snack, attraverso un gameplay che ricorda vagamente Pokémon Snap. Bugsnax uscirà durante le vacanze 2020 su PS4, PS5 e PC.

Vader Immortal – A Star Wars VR Series

Ambientato nel mondo creato da George Lucas, Vader Immortal è una serie a episodi nella quale impersoneremo Darth Vader. Il gioco si basa sul connubio tra narrazione cinematografica e gameplay, quest’ultimo molto ispirato data la possibilità di impugnare spade laser e usare la forza. Comprendente tutti e tre i capitoli usciti, Vader Immortal uscirà il 25 agosto per PSVR.

Control: Seconda Espansione – AWE

Attraverso un trailer è stata resa nota la data di uscita della seconda espansione di Control, titolo sviluppato da Remedy Entertainment rilasciato il 29 agosto 2019. L’espansione AWE sarà disponibile a partire dal 27 agosto.

Auto Chess

Sviluppato da Dragonest Game, Auto Chess è un auto battle derivante da Dota 2, nel quale bisognerà schierare un esercito su di una scacchiera in modo da poter attaccare e difendersi contro altri eserciti, in lotte online divenute ormai un esport. Auto Chess uscirà il 31 ottobre su PS4.
Titolo già uscito su PC il 4 Gennaio 2019

The Pedestrian

Sviluppato da Skookum Arts, The Pedestrian è un platform 2D a scorrimento nel quale impersoneremo l’omino dei cartelli stradali, pronto a lanciarsi all’avventura attraverso il mondo reale. Sfruttando un particolare sistema di scorrimento, l’omino potrà spostarsi da un cartello all’altro, facendoli anche sovrapporre, per trovare la libertà. Il titolo, già uscito su PC, verrà rilasciato anche su PS4 a gennaio 2021.

Hood: Outlaws & Legends

Ambientato nell’universo di Robin Hood, in Hood: Outlaws & Legends due squadre di ladri dovranno scontrarsi fra di loro per riuscire a portare a termine delle rapine seguendo il motto del “rubare ai ricchi per dare ai poveri“, il tutto cercando di non farsi scoprire dalle guardie, queste ultime mosse da un’IA. Il gioco uscirà nel 2021 per  PlayStation 5, Xbox Series X, PlayStation 4, Xbox One, e PC

Temtem

Sviluppato dallo studio spagnolo Crema e pubblicato da Humble Bundle, Temtem è un MMORPG PvP che riprende molte meccaniche della serie Pokémon, come la possibilità di catturare delle creature e di lottare contro altre persone con essi. Temtem, già disponibile su PC a partire dal 21 gennaio 2020, uscirà sulle console di prossima generazione, PS5 e Xbox Series X, e su Nintendo Switch nel 2021.

Godfall

L’ultimo titolo mostrato in questo State of Play è Godfall, RPG sviluppato da Conuterplay Games e pubblicato da Gearbox, e primo gioco ad essere stato annunciato per PS5. Il trailer gameplay si è focalizzato per lo più sui combattimenti e sulle armi, svelando informazioni su alcune meccaniche: il gioco potrà essere giocato da soli o con un massimo di 3 giocatori online; saranno presenti 5 armi al lancio del gioco, ossia spada, doppia spada, spadone, alabarda e ascia; si potranno eseguire combo leggere o pesanti; sarà inoltre possibile usare lo scudo per eseguire delle parate perfette.

Il gameplay in generale non sembra nulla di eccelso e ricorda molto quello dell’ultimo God of War, seppur la velocità delle azioni risulti molto più veloce. Gradita notizia, il gioco non conterrà microtransazioni al suo interno, dimodoché tutti gli oggetti e le armi siano ottenibili semplicemente giocando. Godfall uscirà durante le vacanze 2020 in esclusiva PS5 e PC.


Si conclude dunque così lo State of Play, con pochi alti e molti bassi, anche se Sony aveva dal principio fatto abbassare le aspettative. Tra i giochi mostrati quello più interessante risulta essere praticamente solo Crash, il cui stile artistico e level design sembra essere di altissimo livello. Se la conferenza inizia subito bene, però, il livello non si mantiene alto e cala drasticamente titolo dopo titolo.

Di questi sedici giochi presentati, solo alcuni risultano interessanti, mentre altri sono abbastanza dimenticabili, uno su tutti Bugsnax, su cui Sony sembra insistere particolarmente data la sua continua presenza in questi eventi. In generale, ciò che fa storcere il naso è il troppo tempo passato su un singolo gioco di cui sarebbe invece bastato dare solo qualche informazione.

Normalmente, poi, durante questo genere di conferenze si è soliti lasciare l’annuncio bomba alla fine, ma così non è stato. L’ultima parte dell’evento è stata completamente occupata da Godfall, che a malincuore dobbiamo dire non averci colpito più di tanto: gameplay trito e ritrito, mancanza di innovazioni, nessun accenno sulla trama. Se al suo annuncio eravamo riamasti sorpresi dalla qualità visiva, ogni volta che viene mostrato un video gameplay finiamo per convincerci sempre di più di voler scartare questo titolo, e ciò è grave se si considera che è uno dei titoli di lancio di PS5.

State of Play

In conclusione, Sony ha fatto bene a mettere le mani avanti prima dello State of Play, in modo da risparmiarsi fiumi di critiche sulla mancanza di annunci importanti. Tuttavia ci saremmo comunque aspettati qualcosa in più, anche solo per PS4. L’unica nota positiva della serata potrebbe essere il fatto che, avendo mostrato i titoli indie adesso, in un prossimo State of Play potrebbero essere mostrati anche in soli 20 minuti giochi molto importanti, come i tanto vociferati God of War 2, Silent Hill e Final Fantasy XVI, o anche semplici giochi di terze parti ma comunque di spessore, oltre che novità sull’hardware di PS5 e sulla sua data di uscita.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi

Di Davide Vitanza

Appassionato dai videogiochi sin da piccolo, sono cresciuto con Zelda e Pokemon, passando da Resident Evil a Medievil a Prince of Persia. Il DS è la console che mi ha segnato drasticamente, facendomi amare sempre di più i videogiochi. Oggi gioco la qualunque, dai Tripla A agli Indie, e apprezzo il gioco non solo in quanto fonte di divertimento ma anche in quanto forma d’arte, perché alla fine è questo che oggigiorno rappresenta.