Rivoluzione per la serie Battlefield, con Vince Zampella e Marcus Lehto

Battlefield 2042 a Novembre

Una nuova modalità in sviluppo da Ripple Effect

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Ormai è un fatto assodato, il lancio di Battlefield 2042 è stato praticamente disastroso, tanto che alcuni membri del team stanno abbandonando i loro rispettivi ruoli, come Fawzi Mesmar head of design e Oskar Gabrielson General Manager.

La recensione dedicata alla versione PC di BF2042, prima dell’uscita della recente ed importante patch.

Nel mentre, Vince Zampella sta scalando i vertici all’interno di Electronic Arts, da Fondatore e Capo di Respawn Entertainment e supervisore di Ripple Effect Studios, ora supervisionerà anche la serie Battlefield.
Anche il nuovo studio sotto Electronic Arts di Marcus Lehto, ex-Bungie e creatore di Halo, con alle spalle lo sfortunato Disintegration con lo studio V1 Interactive, supporterà la serie focalizzandosi sull’aspetto narrativo.

Da GameSpot veniamo a sapere che lo studio Ripple Effect Studios assieme a quello capitanato da Lehto stanno collaborando per portare nuovi contenuti, nel mentre Electronic Arts e DICE si son detti “Concentrati totalmente su Battlefield”.


Cosa aspettarsi? In tutta onestà, non saprei. Le possibilità sono incredibilmente varie, dall’arrivo di modalità single-player o “episodi” spin-off dedicati alla narrativa, cortometraggi e via dicendo. Le basi da cui partire esistono e la finestra temporale da poter coprire è estremamente vasta tra BF4 e 2042.

Gli aggiornamenti per sistemare la situazione stanno già arrivando, non ci resta altro da fare che attendere ulteriori novità per scoprire come si trasformerà.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Se volete supportarci, effettuate acquisti tramite i nostri link oppure donate una cifra irrisoria cliccando su quel tenerissimo maialino che vedete in cima a destra nell’articolo!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.