PS5 NON HA TITOLI AL LANCIO QUINDI RIPIEGA SULLA RETROCOMPATIBILIA’

PS5 NON HA TITOLI AL LANCIO QUINDI RIPIEGA SULLA RETROCOMPATIBILIA' 1

Ad ogni modo, stando a Logvinov, Microsoft avrebbe preparato una lineup con ben 12-16 esclusive al lancio di Xbox Series X; non tutte sarebbero di grandi dimensioni, ma il numero sarebbe comunque impressionante, di videogiochi PS5 dichiarati neanche l’ombra.

PS5 avrebbe invece una partenza a rilento rispetto alla concorrenza, per ora l’unico titoli di generazione sarebbe GODFALL che è anche un titolo multipiattaforma, come del resto è stato nella generazione di Xbox One e PS4 senza che questo avesse un impatto negativo sulle vendite della console Sony, tutt’altro.

Di certo, l’impegno di Microsoft nell’organizzazione degli Xbox Game Studios avrà in qualche modo una valenza nel lancio di Xbox Series X, che dovrà essere molto forte per abbattere lo scetticismo che circonda Xbox dopo un ciclo non esattamente florido.

Starà, però, la concorrenza asiatica a guardare? Non ci sorprenderebbe un debutto in stile PlayStation 4 per PS5, ovvero con una lineup di debutto non particolarmente brillante ma tanti blockbuster sparsi nel corso della generazione; è però chiaro come gli sviluppatori third-party abbiano già iniziato a macinare titoli per la console next-gen e l’annuncio così anticipato dell’esclusiva Godfall ne è un esempio.
Sicuramente la retrocompatibilità servirà a dare ossigine al lancio della nuova console Nipponica.

Classe 1999 ha cominciato la sua carriera di Influencer in tenera età posando per alcuni spot di pannolini per bambini. “Ha un culo come una faccia” dicevano ai suoi genitori i responsabili delle Agenzie Pubblicitarie.
Il talento di Francesco sembrava non avere limiti! Pannolini, abbigliamento fino a che, raggiungendo l’età di 10 anni, si apprestava a fare il grande salto: Pubblicizzare i Giocattoli!
Qui si consumò la tragedia in casa Falsetti: i genitori, temendo che il ragazzo crescesse ignorante, decisero di mandare in “pensione” Francesco per far sì che concentrasse tutti i suoi sforzi sulla scolarizzazione, ma il contratto blindato firmato con l’Agenzia di Rappresentanza Reaper of Souls portò ad una lunga controversia legale, che si concluse con l’affidamento esclusivo del giovane Falsetti ai suoi agenti.
“Una Laurea si può comprare, il successo va perseguito!”, queste le parole che Francesco si sentiva ripetere quotidianamente!
Campagna dopo Campagna, giocattoli, portapenne, zainetti, figurine, l’evoluzione naturale di questo percorso non poteva che giungere con l’apice del connubio fra giocattoli e sviluppo emotivo arrestato: i Videogame! Acquistato il patentino di Giornalista di contrabbando, (apparteneva ad un vecchio recensore di operetta morto di vecchiaia e stenti), ora Francesco continua la sua sfavillante carriera come voce e volto di Q-Gin. Ogni tanto ruba qualche articolo ben scritto a qualche giovane incosciente aspirante giornalista che ingenuamente li invia alla redazione e lo pubblica a proprio nome, anche perché sembra non abbia mai imparato a leggere e scrivere, motivo per cui probabilmente firma i suoi contratti con una X