Minecraft: il Videogioco di due Generazioni e del Decennio

Minecraft gioco della generazione

A cura di Giuseppe Zetta

Per quei pochi che non sanno cosa sia Minecraft, spiegandolo in parole estremamente povere, è un MMO, Survival, FPS, Horror Game, SandBox, Roguelike con Grafica fatta da poligoni basilari, vi sta bene come definizione?

Anche perché se non avete vissuto sottoterra stile Metro 2033, sicuramente sapete di cosa sto parlando.

Storia in breve di Minecraft

Minecraft originariamente fu creato e sviluppato dal programmatore svedese Markus Persson (anche conosciuto come Notch) dal 2009 al 2011 e successivamente sviluppato e pubblicato dalla Mojang e dal capo sviluppatore Jens Bergensten dal 2011.

La versione alpha è stata distribuita ufficialmente per PC il 17 maggio 2009, mentre la versione completa è stata pubblicata il 18 novembre 2011. Minecraft è stato successivamente pubblicato su vari dispositivi; le versioni per console vengono sviluppate da Mojang in collaborazione con 4J Studios e le versioni mobile vengono sviluppate da Mojang in collaborazione con Microsoft Studios.

Il 15 settembre 2014 Microsoft ha ufficializzato l’acquisizione della Mojang per una cifra pari a 2,5 miliardi di dollari.

Notch e Jens Bergensten Minecraft gioco della generazione e del decennio
I due Creatori di Minecraft

Le modalità di gioco presenti

Modalità Sopravvivenza

In questa modalità sono presenti la barra della vita e la barra della fame. All’inizio del gioco, entrambe le barre della vita (cuori) e della fame (cosce di carne) sono piene, ma il giocatore può perdere cuori se viene danneggiato (da caduta, lava, soffocamento, fame e altri fattori). Quando il giocatore perde tutti i cuori, muore. In quel momento viene perso il contenuto dell’inventario che rimarrà sparso nella zona in cui è morto. Il giocatore rinasce in corrispondenza del punto di generazione, cioè nel punto in cui si ha cominciato a giocare in quel mondo oppure nella posizione in cui si trova il letto dove si dormito l’ultima volta (tecnicamente è anche un “Souls Like”).

È possibile recuperare cuori quando la barra della fame è piena o quasi piena. La barra della fame scende con velocità differenti in base alle azioni compiute dal giocatore. Mangiando, essa risale (ogni tipo di cibo fornisce una quantità diversa di cosce). I giocatori possono costruire ripari o rifugi per difendersi dai mob nemici oppure realizzare enormi strutture decorative. I giocatori hanno un inventario di 37 slot di cui 27 nascosti, 9 usati come toolbar e un’ultima aggiunta nella versione 1.11, corrispondente alla mano sinistra.

Minecraft: il Videogioco di due Generazioni e del Decennio 1

All’inizio della partita si può scegliere il livello di difficoltà tra i cinque presenti, che sono:

  • Pacifica: in questa difficoltà non ci sono mostri (quelli presenti scompaiono se la si imposta durante il corso della partita); inoltre, la sazietà non scende. Nella modalità pacifica la vita si rigenera molto più velocemente. Rimangono però le creature neutrali e rimane comunque la possibilità di morire.
  • Facile: nella difficoltà facile i mostri vengono generati e possono infliggere danno al giocatore (il danno inflitto sarà minore rispetto alla difficoltà normale). La sazietà può scendere e se si arriva a 0 cosce la salute del giocatore scenderà gradualmente fino ad arrivare ad un minimo di 5 cuori, senza però ucciderlo. Oltre a questo il veleno dei ragni delle caverne è disattivato in questa difficoltà, a differenza delle successive.
  • Normale: nella difficoltà normale i mostri infliggono al giocatore il loro normale danno ed avranno il normale livello di salute. La bassa sazietà riduce la salute del giocatore ad un massimo di mezzo cuore, senza quindi ucciderlo, ma lasciandolo in condizioni critiche.
  • Difficile: nella difficoltà difficile le creature ostili infliggono danni più alti al giocatore ed hanno più punti vita. Inoltre, la bassa sazietà può portare alla morte e gli zombie hanno la capacità di distruggere le porte di legno.
  • Hardcore o estrema: in questa modalità di gioco, una volta morti, non si può rinascere, ma si può solamente osservare il mondo in modalità spettatore o eliminarlo. La difficoltà è bloccata, non si possono abilitare i trucchi (tranne modificando i file del mondo) ed i mostri hanno più probabilità di generarsi con l’armatura e infliggono più danni.

Essendo di base un gioco sandbox, la modalità Sopravvivenza non ha un obiettivo preciso da raggiungere da parte del giocatore. Tuttavia è disponibile una tabella di progressi interna al gioco, che indica più o meno un percorso che è possibile seguire, come la creazione del primo banco da lavoro, o della prima spada, o l’uccisione del primo animale. È però possibile finire il gioco raggiungendo i titoli di coda, uccidendo il Drago dell’End e il Wither, anche se si può continuare a giocare nel mondo nella quale il gioco è finito.

Il giocatore può inoltre in questa modalità acquisire i punti esperienza (uccidendo mostri, cuocendo materiali nella fornace, distruggendo minerali o con altri procedimenti), che sono richiesti nella creazione di oggetti incantati (armi, attrezzi vari, pezzi di armatura, ecc). Gli oggetti incantati acquisiscono caratteristiche particolari che possono risultare molto utili al giocatore, come infliggere più danno ai mostri e agli avversari, distruggere i blocchi più velocemente oppure avere una maggiore durata.

Modalità Creativa

La modalità Creativa è una delle principali modalità di gioco su Minecraft. Ci sono due versioni separate di essa: una disponibile solo nel gioco completo e un’altra, la Creativa Classica, scaricabile gratis dal sito del gioco. La modalità Creativa porta via gli aspetti della sopravvivenza e consente ai giocatori di edificare e distruggere costruzioni con facilità, senza possibilità di morire.

La modalità Creativa consente ai giocatori di distruggere istantaneamente ogni blocco (anche quelli indistruttibili, come la roccia di fondo) e permette loro di volare. Si ha a disposizione una quantità illimitata di blocchi per costruire, inoltre la rimozione della barra della salute e della fame rende il giocatore completamente invulnerabile. L’unico modo per morire senza l’uso di strumenti esterni è usando il comando /kill o cadendo nel vuoto.

Questa modalità solitamente viene usata per creare con facilità grandi costruzioni che possono essere usate in mappe scaricabili su internet dagli utenti o anche nei server multiplayer.

Modalità Avventura

A differenza della modalità Sopravvivenza, in questa modalità al giocatore è permesso di rimuovere blocchi solo se utilizza gli attrezzi giusti. Si possono compiere comunque azioni che non comportano la modifica del mondo, come il poter aprire bauli o interagire con porte, pulsanti e leve. Questa modalità viene ampiamente utilizzata nelle mappe personalizzate (mondi pubblicati in rete o ottenibili nel negozio ufficiale in Minecraft Bedrock Edition, nei quali i giocatori affrontano le sfide poste dal creatore o dai creatori della mappa).

Questa modalità è accessibile anche in Minecraft Bedrock Edition attivando i trucchi e quindi rendendo impossibile il completamento degli obiettivi Xbox Live.

Perchè Minecraft sarebbe “Il Videogioco del Decennio”?

Dopo delle premesse doverose, ora possiamo addentrarci in questo approfondimento, mostrando punto per punto il motivo del come abbia influito così tanto nel Medium Videludico di questa Generazione.

Survival

Minecraft gioco del Decennio q-gin DayZ Arma 3 mod

I Survival Games prima di Minecraft, potremmo dire che esistevano, ma più sotto-forma di gestionali per per il mercato PC (The Sims) o come meccanica complementare dei GDR, dove il crafting ha fatto sempre da padrona e raramente bisognava badare allo stato di affaticamento e nutrimento del personaggio, un accenno era presente anche in Metal Gear Solid 3, dove per far sopravvivere Snake bisognava ricordarsi di farlo mangiare. ma un titolo in stile Minecraft ricordo soltanto Stranded Kids di Konami per GameBoy Color in cui bisognava sopravvivere su un isola deserta gestendo le risorse e con il supporto del crafting.

Con l’avvento di Minecraft abbiamo visto un esplosione di questo genere, ovvero quello dei Survival “puri”, infatti quelli dal 2013 al 2015 sono stati anni fiorenti per il genere: dalla Seminale Mod di Arma 3, Dayz, passando per indie di successo del calibro di Don’t Starve, Rust (il cui successo sembra ancora non calare), Ark, This War of Mine, The Forest, Seven Days to Die, State of Decay per non parlare del “così detto” clone 2D Di Minecraft Terraria e sicuramente ne sto dimenticando tanti, perché in questi anni siamo stati veramente sommersi dai Survival Games.

Da esser un genere videoludico di Nicchia per i PC Gamer Nerd delle statistiche, Il survival è diventato un genere di Successo e Popolare, che tutt’ora non smette di appassionare nuovi videogiocatori, tanto che le software house ci investono tutt’oggi, inventando sempre nuove iterazioni Survival, Basti pensare a Groundend di Obsidian uscito nel 2020 (software house famosa per i GDR).

RogueLike

Hades Gioco del Decennio Minecraft

Roguelike è un termine che indica un particolare tipo di videogiochi di ruolo, caratterizzato da elementi comuni: mappe casuali, morte permanente.

Anche per questo genere, vale lo stesso discorso fatto per i Survival, non lo ha inventato Minecraft, ma lo ha “sdoganato”, infatti il genere prende il nome dal videogioco Rogue, uscito nel 1980,

Dopo l’uscita di Minecraft, abbiamo avuto un grande incremento di videogioco basati su queste due meccaniche, come nei survival horror, proprio dal 2013 in poi di cui ricordiamo i più famosi ovvero, Binding of Isaac, Dead Cell, FTL: Faster Than Light, Rogue Legacy, Slay the Spire, Downwell, Crawl. Enter the Gungeon, Crypt of Necrodancer, Below, West of the Dead e molti molti altri

Anche qui il genere sembra tutt’ora vivo e vegeto tanto che nel 2020 è uscito Hades, titolo acclamato dalla critica.

Hunger games e i Battle royale

Minecraft Hunger Games Gioco del Decennio

Qui nessuno può contraddirmi, per quanto i Roguelike e I Survival esistevano da prima di Minecraft e si sono consacrati solo grazie all’avvento di esso, il vero sinonimo dell’attuale generazione è proprio il Battle Royale, (quasi) qualsiasi videogioco uscito in questa generazione, si è cimentato in questo genere (Battlefield, Call of Duty, GTA, Apex legends, Forza Horizon 4), ma nessuno associa che l’ideatore di questo genere in ambito videoludico sia stato proprio Minecraft. Molti associano la diffusione del genere al “clone” fallito di Dayz (citato tra i titoli survival più famosi se non il primo del genere) ovvero H1Z1, che dopo il grave insuccesso, è stato ribattezzato in Z1 Battle Royale (continuando a sfruttare la modalità Battle Royale, King of the Hill), ispirandosi alla popolare serie di film presente al cinema in quegli anni ovvero Hunger Games.

Ma non tutti sanno che prima di H1Z1 ad ispirarsi ad Hunger Games, ci sono stati i server di Minecraft, gli Hunger Games Server, basati proprio sulla serie di film che vedevano Jennifer Lawrence vestire i panni della protagonista.
Le regole erano semplici: i giocatori dovevano sopravvivere, di solito le partite iniziavano con dei kit (che possono contenere cibo, armi o pozioni), l’ultimo a rimanere in vita avrebbe vinto.

h1z1 King of the hill Minecraft ispirato

Dopo H1Z1 è stato il turno del suo clone The Culling (che riscosse un determinato successo), ma a consacrare questo genere è stato un altro titolo, ispiratosi moltissimo a Dayz, partendo sempre da una mod di ArmA, ovvero PlayerUnknown’s Battlegrounds del 2017, da li è stato un susseguirsi di titoli Battle Royale più disparati (esiste anche Cousine Royale, con le pentole invece delle armature).

Anche in questo caso si parla di un genere ludico che non accenna a fermarsi. Ad oggi abbiamo visto la modalità Battle Royale essere inserita in titoli come Forza Horizon 4 con The Eliminator, Battlefield V con Firestorm e Call of Duty Black Ops IIII con Black Out. Abbiamo visto anche dei nuovi titoli di saghe e brand importanti abbracciare esclusivamente questa modalità, come il leggendario Tetris con Tetris 99 per Nintendo Switch, Titanfall con lo spin-off free to play Apex Legends, perfino Super Mario con Super Mario Bros. 35 e, ancora, Call of Duty con Call of Duty Warzone disponibile gratuitamente.

Un altro titolo che va a confermare quanto detto è Fall Guys, il Battle Royale di successo pubblicato da Devolver Digital, che è riuscito a portare freschezza in questo genere, ispirandosi a programmi come Takeshi’s Castle.

Death Stranding e Fortnite? Dichiaratamente ispirati da Minecraft

Fortnite

Fortnite logo Originale per Minecraft
Il primo logo di quando del progetto era ancora a capo Cliff Blezinski

Credevate me lo fossi dimenticato, invece eccolo qui uno dei figli di Minecraft che ha superato il maestro, tanto da esser diventata la Gallina dalle Uova d’Oro per Epic Games.

Fortnite, per chi non lo sapesse, nasce dalla Mente di Cliff Blesinzki (ideatore della Saga di Gears of War). Il titolo, a detta dello sviluppatore, doveva cavalcare 3 giochi di successo del 2010: Minecraft con la sua possibilità di creare costruzioni per difendersi dai nemici, la diversificazione da Hero Shooting ideata da Team Fortress 2 e il Tower Defense reso celebre in quegli anni dal titolo mobile di PopGames (EA) Plants vs Zombie.

Ironia della sorte, il progetto Fortnite di Cliffy B. si arenò paurosamente, tanto che Epic Games in un primo momento prima di cancellarlo, volle renderlo Free2Play mettendo una modalità Battle Royale, così a caso perché andava di moda, non prevista dal noto Game Designer della Saga di Marcus.
Ancora ironia della sorte, questa scelta puramene casuale e disperata, è stata il motore di un successo Mondiale e Transmediale, tanto da rendere Fortnite il fenome di Culto che è tutt’oggi, Ebbene, anche su quest’altro successo, l’ombra di Minecraft è stata bella ingombrante, sia per la modalità Battle Royale sia per la fonte d’ispirazione nel concepimento del titolo.

Death Stranding

Death Stranding X Minecraft

In un’intervista, al grande Hideo Kojima, quando non si sapeva ancora a cosa stesse lavorando dopo la cancellazione del suo P.T., si sbottonò sull’idea embrionale dietro del nuovo titolo in sviluppo (Death Stranding) la quale gli era stata data proprio da Minecraft, con le sue meccaniche survival e sopratutto con la sua modalità creativa, dove milioni di persone si ritrovavano per costruire cose grandiose e aiutarsi a vicenda, queste due meccaniche ovvero il survival e la modalità creativa, dichiarò sarebbero state il fulcro del titolo da lui in sviluppo, ovviamente Death Stranding.

Microsoft è stata così felice nel sapere che Hideo Kojima stesse sviluppando un videogioco ispirato dalle meccancihe di Minecraft, tanto che per Natale nel 2016 gli regalò una Xbox One S con Minecraft.

Grafica semplificata divenuta di culto

The Touryst | Giochi scaricabili per Nintendo Switch | Giochi | Nintendo | Minecraft | Q-gin
The Touryst

In un periodo storico, tra il 2009 ed il 2013, dopo le vette grafiche toccate da titoli come Gears of War, la serie di Batman Arkham e The Last of Us, sembrava che il futuro sarebbe stato ad appannaggio solo dei titoli foto realistici, invece Minecraft è arrivato come un fulmine a ciel sereno a schiaffeggiare tutti e non è stato l’unico, potrei citare anche Braid, Undertale, Binding of Isaac, ma Minecraft è stato il primo titolo 3D ad adottare una grafica altamente minimale, quella dei cubi, ma questa grafica è diventata così iconica che l’abbiamo rivista in molti altri titoli usciti in seguito, come Portal Knight, Cube worlds, Lego Worlds, Unturned, The Touryst, ecc…

La cosa più importante è l’aver dato linfa vitale a quei titoli con una grafica non all’altezza dei tripla A, molti sviluppatori si sono potuti cimentare nelle loro idea pur sapendo di non avere alcuna chance dal punto di vista prettamente grafico.

Live Service Always Online

Questo lo metto come ultimo, per quanto Minecraft è anche la rapresentazione di un titolo MMO Always Online mantenuto sempre con nuovi DLC, questo genere di videogiochi non ha ancora trovato la sua dimensione perfetta come i titoli dei generi sopracitati, quindi diciamo che se le software house stanno sperimentando o hanno sperimentato verso questa strada lo devono anche a Minecraft.

I principali creatori di questo tipo di titoli, sono Bungie con Destiny 2, Rockstar Games con GTA Online e Digital Extremes con Warframe, Infinity War con Call of Duty Modern Warfare.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Di Giuseppe Zetta

Il mio pseudonimo è Giuseppe Zetta aka Zell Ho la passione per l’informatica, nata all’età di 6 anni, quando ho avuto a che fare per la prima volta con un Commodore64, appassionato di Intelligenza Artificiale, Sviluppo di Videogiochi e Tecnologie OpenSource. Porto avanti progetti informatici personali con i miei amici di vecchia data, ed ho svariate passioni che variano dall’arte del DJ al video editing passando fino alla produzione musicale.