Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 1

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker

La linea di dispositivi Amazon Echo ha finalmente trovato un degno rivale: Google Home.

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 2

Google

Non stiamo parlando di semplici altoparlanti Bluetooth, ma di dispositivi che rendono la tua casa intelligente, sempre accesi e collegati a Internet, che puoi comandare usando la tua voce. Nel caso della linea Echo di Amazon, il supporto è Alexa; nel caso della linea Home di Google, Google Assistant.

 

Dopo il lancio di due nuovi dispositivi Google Home alla fine del 2017, Amazon e Google ora sono più accanite che mai. Ma quale comprare?

Qui sotto abbiamo cercato di fare una panoramica dei due prodotti, per chiarire tutti i dubbi prima dell’acquisto.

Amazon Echo vs Google Home

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 3

Amazon/Google

Prezzo

Amazon Echo: 100 €

Home di Google: 130 €

Funzionalità

Amazon Echo: il dispositivo Echo principale di Amazon è in grado di riprodurre musica, fornirti indicazioni, prenotare un Uber e un sacco di altre cose. Puoi chiedere ad Alexa di ordinare cose su Amazon oppure quanto Plutone sia lontano dalla Terra. È il punto di riferimento degli altoparlanti intelligenti. Gli altoparlanti di seconda generazione (attualmente in commercio) costano meno e hanno un aspetto migliore rispetto al primo modello.

Google Home: il dispositivo principale di Google è quasi identico, in termini di funzionalità, all’Echo di Amazon. Può riprodurre la tua musica e rispondere alle domande e qualsiasi altra cosa, il tutto basato su Google Assistant, il “Siri” di Google.

Quale comprare?

A 30 € di differenza, Echo di Amazon vince a mani basse. L’Home di Google è un dispositivo vecchio di un anno per quello che offre, mentre la seconda generazione di Amazon è ancora una novità.

Amazon Echo Dot contro Google Home Mini

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 4

Amazon/Google

Prezzo

Amazon Echo Dot: 50 €

Google Home Mini: 50 €

Funzionalità

Amazon Echo Dot: si tratta di un Echo in tutto e per tutto, fatta eccezione per il volume. Se ti aspettavi un’acustica importante da questo “dischetto da hockey”, hai sbagliato strada: Dot è un dispositivo di estensione che ti consente di collegare in rete i tuoi dispositivi Echo e riprodurre musica in più stanze. Potresti usare il Dot come sveglia oppure per sentire i titoli del mattino (“Alexa, dimmi le ultime notizie”).

Google Home Mini: come il Dot, è un dispositivo di estensione. Fa tutto ciò che fa il Dot, ma ha una differenza notevole: la funzione di trasmissione delle onde sonore . Ecco come funziona: mettiamo che sei un genitore e sei in garage ad aspettare in macchina che i tuoi figli scendano al piano di sotto. Hai un Home Mini nel garage e vari dispositivi Home in tutta la casa. Chiedi a Home Mini di trasmettere il messaggio “Venite in garage prima che mi arrabbi”. E lo farà! Abbastanza innovativo.

Quale comprare?

Qui la faccenda è molto più complicata. Entrambi questi dispositivi fanno più o meno la stessa cosa, costano uguale e sono stati creati per estendere le funzionalità degli Amazon Echo o Google Home che già possiedi. In parole povere, non comprare un Amazon Echo Dot se hai una Google Home e viceversa – questi sono gli oggetti che compri solo dopo che hai acquistato un Echo o un Home.

Leggi anche: Ho vissuto per un anno con un assistente vocale: ecco le mie 19 funzioni preferite di Amazon Echo

Amazon Echo Plus vs Google Home Max

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 5

Amazon/Google

Prezzo:

Amazon Echo Plus: 150 €

Google Home Max: 400 €

Funzionalità

Amazon Echo Plus: può fare tutto ciò che fa un Echo standard, ma ha altoparlanti migliori e un hub di casa intelligente integrato. Se vuoi, per esempio, controllare le luci di Phillips Hue con un Echo, devi insegnargli questa “abilità” – ovvero dall’app Alexa puoi attivare quella particolare abilità prima che tu possa usarla liberamente. Echo Plus, invece, si connette automaticamente. Il Plus è un passo avanti di Echo, ma va nella stessa direzione: una casa intelligente connessacontrollata dalla voce, che utilizza dispositivi collegati a luci e tv intelligenti.

Google Home Max: se l’audio è una cosa che ti interessa molto, Google Home Max è ciò che fa per te. Questo dispositivo è più un altoparlante che un dispositivo intelligente, anche se (ovviamente) fa tutto ciò che fanno tutti gli altri device di Google Home. Ha Google Assistant integrato, ma la vera rivoluzione è la connessione con altoparlanti come Sonos Play 5 e HomePod di Apple. Per far passare la portata innovatrice del nuovo prodotto, Google l’ha lanciato con un video con Diplo. Se non sai chi sia, questo altoparlante sicuramente non è pensato per te.

Quale comprare?

Sebbene Echo Plus e Home Max occupino lo stesso posto nelle rispettive line-up di prodotto, questi non sono due dispositivi comparabili. Echo Plus è inteso come punto di riferimento della tua casa “intelligente” (oltre ad essere un dispositivo musicale migliore rispetto all’Echo base), mentre Home Max è concepito come il fulcro principale della tua musica. Nonostante nel confronto dei prezzi l’ago della bilancia penda a favore di Echo Plus, quello che bisogna considerare è il reale utilizzo. Se stai cercando di arredare la tua casa come quella di Marty McFly in “Ritorno al futuro 2”, Echo Plus è quello che fa per te. Se desideri un altoparlante incredibilmente potente con controllo vocale, Home Max è la scelta giusta.

Leggi anche: E se il tuo smart-assistant Amazon organizzasse un party notturno mentre sei in viaggio? E’ successo a un tedesco, con conseguenze tragicomiche

Amazon Echo Show, Echo Look, Echo Spot ed Echo Tap. Amazon ora produce molti dispositivi Echo diversi, tutti con Alexa

Echo di Amazon vs Home di Google: ecco chi vince la battaglia degli smart speaker 6

Amazon

Amazon ha una linea di prodotti molto dettagliata quando si tratta di dispositivi Echo:

– Echo Show, che abilita le videochiamate;

– Echo Look, destinato ai fashion addicted;

– Echo Spot, una sveglia davvero elegante;

– Amazon Tap, con Alexa integrata, che è essenzialmente un Echo portatile.

Tutto questo per dire che Amazon è molto più avanti di Google sul mercato quando si tratta di dispositivi domestici a comando vocale. Google sta recuperando posizioni questa settimana presentando Google Home Mini e Google Home Max, mentre Apple non è ancora entrata in gioco (il lancio del suo altoparlante HomePod era previsto approssimativamente per dicembre 2017).