Control: Remedy Entertainment ed il suo progetto in stile Marvel/CLAMP

Control Remedy Connected Universe wallpaper

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Prima di immergermi in questo breve testo sul Remedy Connected Universe e Control, c’è bisogno di una premessa, per chiarire il titolo di questo piccolo “pensiero”.

Fin da quel episodio di Dragon Ball in cui Goku incontra Arale, l’idea dei cross-over mi ha sempre solleticato, al punto da “impazzire” anche quando durante gli incontri del vecchio Smackdown trasmesso su Italia 1, Kane (da RAW) invadeva il ring per scontrarsi contro suo fratello Undertaker. Inutile dirvi cosa provavo leggendo le pagine dei comics Marvel della saga Secret Invasion (per non parlare del Marvel Cinematic Universe e dei 23 film tutti connessi l’uno al altro) oppure i manga xxxHolic e Tsubasa: Reservoir Chronicle delle CLAMP, vedendo Alien vs Predator o giocando tuttora a Final Fantasy XIV coi suoi eventi e raid dedicati ad altri Final Fantasy o a Nier Automata!

Insomma, potrei star qui le ore a citare cross-over di vario genere, ma tagliando corto, l’idea di un universo connesso ideato da Sam Lake e dagli altri ragazzi di Remedy Entertainment, mi fa sentire come una quattordicenne al concerto del suo cantante preferito!


Quanto state per leggere, potrebbe contenere diversi spoiler sensibili su Alan Wake e Control, quindi leggete a vostro “rischio e pericolo”, mentre attendete la fatidica espansione AWE!


Quantum Break ed i primi segnali di “AWE”

Control: Remedy Entertainment ed il suo progetto in stile Marvel/CLAMP 1
In Quantum Break sono presenti numerosi graffiti di questo tipo che raffigurano la sigla “AWE”, ma è presente anche una modesta quantità di riferimenti ad Alan Wake, partendo con un piccolo cortometraggio arrivando fino alla presenza di più romanzi all’interno dei vari scenari.

Sebbene sia Control il titolo col quale sta venendo ufficializzato l’universo narrativo di Remedy, è da Quantum Break che l’idea ha cominciato a palesarsi nella narrativa del team finlandese, anche se in Alan Wake non mancano riferimenti a Max Payne (sebbene rimangano più delle semplici citazioni!).
Il problema con Quantum Break è che l’IP sia in mano a Microsoft e siccome Remedy si è completamente slegata da essa e considerando il cast dietro al gioco ed alla serie TV, per non parlare della colonna sonora, sarà difficile per il piccolo team venirne in possesso e mantenerne i vari diritti (a meno ché Epic Games non intervenga in qualche modo!).

Quindi, ufficialmente, sarà Control a fare da collante, partendo con la sua prossima espansione: AWE.

Control ed Alan Wake

Una delle canzoni che vanno a comporre la colonna sonora di Control ed il gruppo viene “citato”, anche se potremmo dire che sia più o meno presente, all’interno di Alan Wake!

Fin dai primi documenti l’intenzione di Remedy era chiara, coi costanti riferimenti agli eventi di Bright Falls, il paesino montano che vede protagonista lo sfortunato e tormentato scrittore Alan Wake, per non parlare dei rapporti redatti dagli agenti che avevano interrogato la moglie Alice e anche il suo amico e agente Berry. E come non menzionare il piccolo libro “Il caso di Alan Wake” scritto dal fittizio Clay Steward, basato anche sui caotici documenti e rapporti dell’agente della FBI Nightingale?

Più ci addentreremo nella Oldest House più i sospetti di un concreto cross-over si consolideranno, in più grazie anche alla presenza del bizzarro motel, sarà semplice per il giocatore più “fantasioso” immaginare come Jessie possa, alla fine, incontrare o quanto meno interagire, col famoso scrittore.

Consolidamento!

Dopo diverse voci di corridoio, speculazioni e qualche piccola informazione divulgata proprio da Sam Lake, finalmente arriva l’ufficializzazione: con l’espansione AWE, Alan Wake farà la sua comparsa in Control e con esso partirà ufficialmente il progetto Remedy Connected Universe.

Il team ha mostrato i primi 15 minuti di AWE su Twitch, che personalmente parlando, non sono riuscito a vedere per intero a causa di… tanta pelle d’oca!

Trailer dell’espansione AWE

Remedy Connected Universe

Oltre ad AWE, Remedy Entertainment ha confermato di star producendo un nuovo videogioco che farà parte del Remedy Connected Universe, che quindi sarà ambientato nell’universo narrativo di Control e Alan Wake, ma non sono stati divulgati ulteriori dettagli.

Nella comunicazione ufficiale, viene chiarito fin da subito che si tratterà di un titolo “stand-alone”, quindi non sarà il tanto desiderato Alan Wake 2, ma considerando l’ambizione di tale progetto, non è da escludere che il team possa trarre ispirazione dall’universo cinematografico Marvel, gestendo il tutto tramite determinate fasi narrative.


Personalmente parlando (di nuovo), non vedo l’ora che venga rilasciata questa espansione per scoprire nuove informazioni su Alan Wake e sull’entità oscura denominata Graffio (anche per avere conferma sulla canonicità o meno dello spin-off American Nightmare). Come non vedo l’ora di saperne di più sul prossimo progetto dedicato al Remedy Connected Universe!

Attualmente Remedy ha tutte le carte in tavola per sfornare qualcosa di unico per quanto riguarda il panorama videoludico, non ci resta da far altro che aspettare.

Prima di lasciarvi, vi riporto due ultime cose:

  • Se siete interessati alla storia di Sam Lake e Remedy Entertainment e di come siano arrivati a produrre Control, fate un salto qui.
  • Sapevate del progetto denominato Vanguard? Ebbene… cliccate qui.

Control è attualmente disponibile su Epic Games Store, PlayStation 4 e Xbox One.
Dal 27 Agosto, in concomitanza con l’uscita di AWE, Control verrà rilasciato anche su Steam con la nuova versione denominata Control Ultimate Edition, per maggiori informazioni potete cliccare qui.

Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.