Battlefield 6: Criterion Games in supporto ad EA DICE, rinviato Need for Speed

Battlefield V

Con l’avvicinarsi dell’annuncio ufficiale di Battlefield 6, previsto per questa primavera, Electronic Arts ha deciso di rinviare il nuovo Need for Speed riaffiancando Criterion Games ad EA DICE, rassicurati dal fatto che Codemasters rilascerà un suo gioco di corse — presumibilmente si tratta di F1 2021 — quest’anno. Lo conferma Laura Miele, Chief Studios Officer in EA, ai microfoni di Polygon, sottolineando un fatto: né Criterion e né il progetto — Need for Speed — sono in pericolo.

Lo stato dei lavori di Battlefield 6 e la situazione in EA DICE

Laura Miele ha dichiarato che EA DICE attualmente sta lavorando da casa, scontrandosi contro alcune difficoltà, di fatto affaticando il team. Da qui la richiesta a Criterion Games di tornare a collaborare, data la storia che i due studi condividono da diverso tempo — la creazione dei franchise di Star Wars: Battlefront ed il supporto in alcuni titoli della serie Battlefield.

Proprio in relazione a Battlefield 6, che viene descritto come “Un grande gioco con un incredibile potenziale”, viene confermato il coinvolgimento, da più di un anno e mezzo, della divisione DICE Los Angeles guidata da Vince Zampella (fondatore di Respawn Entertainment).

La parentesi Need for Speed

Dal momento che Criterion Games è stato coinvolto nello sviluppo del nuovo Battlefield e data la recente chiusura del progetto Anthem NEXT, si potrebbe pensare che EA stia pensando di chiudere anche il progetto del nuovo Need for Speed, ma non è così.

Il brand rimarrà in mano a Criterion, nonostante gli studi Codemasters siano estremamente vicini — stiamo parlando di circa due ore di macchina, da Guldford dove risiedono gli studi di Criterion, fino a Southam, dove risiedono quelli di Codemasters. Inoltre, il prossimo Need for Speed sarà disponibile sia per l’attuale che la precedente generazione di console.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso!
Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.