Battlefield 2042 è stato annunciato: trailer, informazioni e data d’uscita

Battlefield 2042

A cura di Luca Maiolini

Condividi

Dopo mesi di voci e di notizie — più o meno interessanti — finalmente Electronic Arts e DICE hanno svelato il nuovo Battlefield, che a differenza di quanto preventivato, si chiama Battlefield 2042.

La pseudo analisi del reveal trailer, condita da alcune informazioni ufficiali

Sebbene non si tratti di un trailer in gioco, ma di un Game Engine Footage, ci sono alcuni elementi che possono far presagire alcuni aspetti che potremmo ritroveremo nel gioco a fine anno.

Giocatori e mappe

Il primo che salta all’occhio, potrebbe essere quello relativo alla verticalità delle nuove mappe e dell’ampiezza in generale. Difatti sono diverse le sequenze in cui è presente una panoramica atta a mostrare un campo di battaglia d’ingenti dimensioni.

Grazie ad altre sequenze, si può intuire come in questo nuovo capitolo, potrebbero esserci oltre 100 giocatori nelle normali modalità che da sempre caratterizzano la serie Battlefield, a confermare la teoria — espressa durante la visione del reveal nella live su Twitch — ci ha pensato anche il comunicato ufficiale di Electronic Arts, dove sono stati confermati 128 giocatori su PC, Xbox Series X|S e PlayStation 5, mentre su PlayStation 4 e Xbox One il limite rimane fissato a 64 giocatori.
Conferma che potrebbe avvalorare la tesi delle mappe estremamente più vaste rispetto ai capitoli precedenti.

Le modalità di gioco

Le varie sequenze fanno intuire un’immersione in un vero e proprio conflitto. Magari, ispirati dallo stile di Frontlines: Fuel of War, creato da Kaos Studios (ex-Trauma Studios, autori della mod Desert Combat per Battlefield 1942, che DICE chiuse nel 2004 dopo averli acquisiti).

Un altro elemento riconducibile a Frontlines è quello del contesto narrativo, che potrete leggere poco più avanti.

Un altro aspetto che rimanda al vecchio Frontlines è il comparto estetico dei carri armati, di alcune armi e dell’equipaggiamento dei soldati che s’intravedono nel trailer.

Qualora non fosse chiaro: è una semplice considerazione di un videogiocatore un po’ nostalgico.

Nel comunicato ufficiale si parla di tre modalità come se fossero tre giochi ben distinti che ritroveremo nel gioco:

All-Out Warfare – la nuova generazione delle modalità Conquista e Sfondamento preferite dai fan, con le mappe più grandi di sempre per il franchise e, per la prima volta, fino a 128 giocatori*. Sperimenta l’intensità di All-Out Warfare in battaglie su larga scala come mai prima d’ora, con mappe ricche di condizioni meteorologiche dinamiche, pericolosi rischi ambientali e spettacolari eventi mondiali che vedono i tornadi squarciare la mappa e tempeste di sabbia bloccare il sole.

Hazard Zone – un tipo di gioco completamente nuovo, ad alto rischio e a squadre per il franchise di Battlefield. Si tratta di una versione moderna dell’esperienza multiplayer, tratto distintivo di DICE, ma molto diversa dalle modalità Conquista o Sfondamento di All-Out Warfare.

DA ANNUNCIARE – la terza esperienza, sviluppata da DICE LA, è un altro nuovo ed entusiasmante tipo di gioco per il franchise. Questa esperienza è una lettera d’amore per i fan di Battlefield: i giocatori di lunga data si sentiranno a proprio agio. Sintonizzati su EA Play Live il 22 luglio per tutti i dettagli.

Continuando a leggere il comunicato, contenente anche le dichiarazioni di Oskar Gabrielson, General Manager di DICE, sembrerebbe che il focus torni completamente nel comparto multiplayer.

Battlefield 2042 è un’evoluzione del franchise e abbraccia ciò che i nostri giocatori desiderano – il sandbox multiplayer definitivo di Battlefield con combattimenti intensi e una tonnellata di eventi incredibili e inaspettati. Tutti noi di DICE a Stoccolma, DICE LA, Criterion ed EA Göteborg ci siamo divertiti moltissimo a sviluppare questo titolo, e ora è il momento di far partecipare i giocatori: scopriranno che abbiamo creato tre esperienze distinte, assolutamente epiche, che pensiamo apprezzeranno.

Oskar Gabrielson, General Manager di DICE

Eventi climatici

Ne abbiamo avuto un assaggio dal trailer con un tornado intento a devastare e distruggere qualsiasi cosa gli capitasse a tiro, oltre ad una conferma all’interno del comunicato: nel nuovo Battlefield saranno presenti eventi climatici.
Nei precedenti Battlefield c’è stato qualche tentativo di inserire una “variabile” all’interno delle partite, come la pioggia — meramente estetica — di Battlefield 3 nella mappa Gran Bazar oppure Paracel Storm di Battlefield 4 dove lo scenario viene colpita da una tempesta. Però, pare proprio che in Battlefield 2042 ci ritroveremo alle prese con degli eventi veramente interessanti, in grado di spostare gli equilibri della partita!

“Dedicato ai fan”?

Difficile non reputare fanservice due sequenze mostrate nel trailer: la prima, quella del pilota che si lancia dal proprio caccia per abbattere un caccia nemico armato di lanciarazzi, per poi recuperarlo in volo, o la seconda, quella del soldato che lancia un quad contro un elicottero, insomma due chiari riferimenti ad alcune azioni compiute dalla community nei Battlefield 3 e Battlefield 4.

Speranze

Sfortunatamente, essendo un trailer realizzato in Engine, non mi è possibile proferire parola nei confronti del gameplay, che verrà mostrato il 13 Giugno — molto probabilmente durante la conferenza Xbox & Bethesda —, ma personalmente non posso non sperare in un ritorno ad un Battlefield con animazioni più curate, un TTK un poco più ampio, un supporto post-lancio come si deve ed un level design che spinga i giocatori a non concentrarsi esclusivamente in una singola porzione di mappa.

Con un Battlefield totalmente dedicato al multiplayer, le aspettative non possono far altro che decollare, nonostante DICE in questi ultimi 10 anni abbia cercato di fornire all’utenza un’esperienza singleplayer appagante e, nelle prime occasioni, utile come “antipasto” prima del portata principale.

Battlefield 2042 Official Reveal Trailer (ft. 2WEI)

Informazioni ufficiali, dalla data d’uscita al prezzo, arrivando fino al contesto narrativo

In Battlefield 2042, il mondo è sull’orlo del precipizio. La carenza di cibo, energia e acqua pulita ha condotto al fallimento dozzine di nazioni, creando la più grande crisi di rifugiati nella storia umana. Tra queste persone senza Patria ci sono famiglie, agricoltori, ingegneri e persino soldati. In mezzo a questa crisi, gli Stati Uniti e la Russia trascinano il mondo in una guerra totale. Gli specialisti senza Patria si uniscono a entrambe le parti, non combattendo per una bandiera, ma per il futuro dei senza patria in questo nuovo mondo.

Si legge nel comunicato

Ricapitolando quanto già detto — di ufficiale, s’intende — in Battlefield 2042 le partite online ospiteranno fino a 128 giocatori simultaneamente. Durante il corso delle partite, saranno previsti eventi in tempo reale che andranno a rimodellare “il campo di battaglia ed il combattimento tattico”.

Nel nuovo capitolo, farà il suo ingresso una nuova classe: lo Specialista. In questo ruolo, il giocatore potrà equipaggiare specialità e tratti unici, con equipaggiamenti interamente personalizzabili.

La data d’uscita è stata fissata per il 22 Ottobre 2021! Preordinandolo, sarà possibile accedere in anteprima alla Open Beta. A seguire, i prezzi delle varie versioni ed edizioni:

  • PC:
    • 59,99€ Standard Edition;
    • 89,99€ Gold Edition;
    • 109,99€ Ultimate Edition;
  • Console:
    • 69,99€ Standard Edition per Xbox One e PlayStation 4;
    • 79,99€ Standard Edition per Xbox Series X|S e PlayStation 5;
    • 99,99€ Gold Edition* per i sistemi Xbox e PlayStation;
    • 119,99€ Ultimate Edition* per i sistemi Xbox e PlayStation.

*La Gold Edition e la Ultimate Edition includono le versioni della precedente e dell’attuale generazione di console.


Per non perdervi ulteriori sviluppi, seguiteci su Facebook e Twitter, oppure entrate a far parte del nostro gruppo Facebook o Telegram!

PER ALTRE NOTIZIE

Condividi

Di Luca Maiolini

Gli FPS a stampo militare erano il mio pane quotidiano e gli RTS facevano da contorno, Brothers in Arms ed Imperivm erano il mio chiodo fisso. Poi, venne il giorno in cui abbracciai PlayStation 3 e mi collegai alla rete, così una valanga di videogiochi mi piombarono addosso! Ad oggi mi ritrovo a giocare un po' di tutto, dai titoli Platinumgames fino ai JRPG di casa Square Enix.