Xbox series x tofu o monolite ?

Xbox series x tofu o monolite ? 1

TOFU O MONOLITE ?

Da poco è stato rilasciato un leak del prototipo ufficiale in mostra presso le fiere di settore ,si è come pensavamo è veramente un semplice parallelepipedo l analista di videogame indiano otto panzur , fa notare che questa forma per quanto semplice e banale non va derisa, perché punta ad esser di appeal per tutto il globo.

Xbox series x tofu o monolite ? 5 Xbox series x tofu o monolite ? 6
A tutti gli occidentale dopo la presentazione sono pronto a scommettere che a voi occidentali è venuto in mente un senso di potere derivato dal vostro inconscio di associare la console al monolite nero di Odissea nello spazio di seguito un video troll a riguardo.
Mentre la versione giapponese come da rumor sarà una versione bianca quella ufficiale.
Per questo mercato la scelta è fatta in visione del fatto che qui l Xbox deve sembrare un grosso pezzo di tofu, il tofu è un alimento tipico Giapponese che si trova in tutte le case, un po’ come la pasta i il pane per noi occidentali, la sua forma di tofu dovrebbe dare un senso di famiglia e sicurezza a tutti i Giapponesi che si appresteranno ad acquistarla.
Voi che ne pensate preferite il monolite nero o il pezzo di tofu?

Classe 1999 ha cominciato la sua carriera di Influencer in tenera età posando per alcuni spot di pannolini per bambini. “Ha un culo come una faccia” dicevano ai suoi genitori i responsabili delle Agenzie Pubblicitarie.
Il talento di Francesco sembrava non avere limiti! Pannolini, abbigliamento fino a che, raggiungendo l’età di 10 anni, si apprestava a fare il grande salto: Pubblicizzare i Giocattoli!
Qui si consumò la tragedia in casa Falsetti: i genitori, temendo che il ragazzo crescesse ignorante, decisero di mandare in “pensione” Francesco per far sì che concentrasse tutti i suoi sforzi sulla scolarizzazione, ma il contratto blindato firmato con l’Agenzia di Rappresentanza Reaper of Souls portò ad una lunga controversia legale, che si concluse con l’affidamento esclusivo del giovane Falsetti ai suoi agenti.
“Una Laurea si può comprare, il successo va perseguito!”, queste le parole che Francesco si sentiva ripetere quotidianamente!
Campagna dopo Campagna, giocattoli, portapenne, zainetti, figurine, l’evoluzione naturale di questo percorso non poteva che giungere con l’apice del connubio fra giocattoli e sviluppo emotivo arrestato: i Videogame! Acquistato il patentino di Giornalista di contrabbando, (apparteneva ad un vecchio recensore di operetta morto di vecchiaia e stenti), ora Francesco continua la sua sfavillante carriera come voce e volto di Q-Gin. Ogni tanto ruba qualche articolo ben scritto a qualche giovane incosciente aspirante giornalista che ingenuamente li invia alla redazione e lo pubblica a proprio nome, anche perché sembra non abbia mai imparato a leggere e scrivere, motivo per cui probabilmente firma i suoi contratti con una X